20.9 C
Parma
martedì, Maggio 24, 2022

A cena con l’Autore: Elisabetta Villaggio chiude il ciclo di incontri a Corte Biffi

Terzo e ultimo appuntamento venerdì alla Corte Biffi, splendida location a San Rocco al Porto (LO), in via Giovanni XXIII 44, a pochi minuti da Piacenza e a mezz’ora da Milano, del ciclo di incontri “A cena con l’autore”, promosso da Biffi Arte e curato da Mauro Molinaroli. I primi due incontri hanno visto la presenza di Gianfelice Facchetti e Luigi Garlando.

A chiudere la rassegna il  venerdì prossimo 1° aprile sarà Elisabetta Villaggio che presenterà “Fantozzi dietro le quinte” (Baldini+Castoldi). Con questo libro Elisabetta ha voluto raccontare nel privato Paolo Villaggio, raccogliendo inedite testimonianze di chi ha condiviso con lui i tanti set e momenti di vita personale: Si legge nella retrocopertina del libro: “Per tutti papà era il personaggio famoso, l’attore, il comico, lo scrittore, ma soprattutto Fantozzi che anche i bambini sanno chi è. Per me è sempre stato e rimane mio padre”.

Elisabetta, nata dalla lunga e felice unione dell’attore con Maura Albites, dopo aver esordito nel cinema come regista (di lei ricordiamo in particolare un’intervista-documentario a Franca Valeri uscita nel 2005), e a seguito della pubblicazione di diversi romanzi, fra cui ricordiamo “La mustang rossa”, uscito nel 2016, ha sentito con questo libro il bisogno di raccontare suo padre come uomo, prima che come interprete di alcune fra le più celebri maschere, intendendo con questo termine un significato alto che richiama la Commedia dell’Arte, della televisione e del cinema italiani: il personaggio goffo e impacciato Fracchia, lo stralunato prestigiatore Professor Kranz e il celeberrimo ragionier Ugo Fantozzi. nato dalle pagine del settimanale “L’Europeo”, divenne nei primi anni Settanta un best seller della narrativa italiana, fino a prendere la forma a partire dal 1975 di una saga di film cult che hanno segnato in modo indelebile il pubblico italiano.

Partendo dai ricordi d’infanzia nella Genova degli anni ’50, passando per la gioventù “dissennata” ma produttiva insieme all’amico Fabrizio De André, per giungere alla gavetta romana, senza trascurare i momenti bui come il rapporto difficile col cibo, il problema dell’ansia, il ritiro e la malattia, Elisabetta Villaggio offre un ritratto intimo e intenso di Paolo Villaggio, rivelando qualche particolare inedito e donando una foto ricordo del viaggio nella Grande Mela a “La Voce di New York”.

L’incontro, che avrà luogo seguendo le attuali normative anti-Covid, inizierà alle 19,30 e proseguirà fino alle 20,30. Seguirà (per chi desidera) la cena con l’autore, per la quale è possibile prenotare al seguente numero: 0377.454029.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article