3.4 C
Parma
martedì, Dicembre 6, 2022

A Udine l’Assigeco si arrende ma lotta fino alla fine

La missione rossoblu al “PalaCarnera” si conferma difficile ma non impossibile come l’assenza di Phil Carr e le non perfette condizioni di Lorenzo Galmarini e Luca Cesana, recuperato in extremis, lasciavano presagire nell’approccio alla sfida con la formidabile prima della classe, imbattuta sul proprio parquet. Udine può sfruttare più tonnellaggio e centimetri (34-17 a rimbalzo) una rotazione a dieci giocatori, con cinque in doppia cifra, e la capacità di tenere alte percentuali dal campo (70% da due, 53% da tre) con buona circolazione di palla (27 assist) nonostante le 22 palle perse (14 nel primo tempo) propiziate dalla determinazione difensiva dell’Assigeco.
I ragazzi di Stefano Salieri incassano la terza sconfitta in fila contro una delle “grandi” del girone uscendo ancora dal campo con i complimenti per una nuova prestazione volitiva e intensa che certifica, al di là del risultato, i progressi registrati dal gruppo nell’ultimo mese di attività.

Non basta all’Assigeco il trentello sfiorato da Gabe DeVoe, fulcro degli schemi offensivi, e la capacità di Guariglia di bruciare anche dal perimetro la retina avversaria.
I giocatori di coach Boniciolli, un big del basket italiano, prendono subito l’inerzia nonostante la resistenza rossoblu (12-11 al 9’) penalizzati dalla cattiva mira da tre nel primo quarto (0/7).
L’Assigeco punta a mettere pressione sul perimetro ruotando bene in area per raddoppiare sui tagli dei lunghi avversari e giocare in transizione veloce.
I padroni di casa nel secondo quarto lasciano qualche pallone nelle reti difensive biancorossoblu ma da fuori sbagliano pochissimo (31-21 al 5’, 36-30 al 7’) e sono micidiali quando arrivano vicino al ferro.
Dada Pascolo e Luca Cesana spingono l’orgoglio Assigeco esaltato dalle mosse di Lorenzo Querci e Lorenzo Galmarini.
La fase difensiva prevale nel primo tempo; gli attacchi esplodono nella seconda parte di gara.
Udine viaggia sicura con Cappelleti, Mussini e Giuri a dare ritmo e sostanza sul perimetro con Esposito e Lacey. Antonutti non sbaglia un arcobaleno dall’arco, Walters e Pellegrino sono incisivi all’ombra del canestro.
Nel terzo quarto le triple di Luca Cesana, Gabe DeVoe e Tommaso Guariglia tengono in scia l’Assigeco (61-59 al 6’, 66-65 all’8’) che lotta duro anche nella parte conclusiva della serata (78-73 al 2’) scivolando sul massimo vantaggio locale (90-77 al 7’) senza più riuscire a riprendere in mano il copione della gara.

APU OLD WILD WEST UDINE 95 UCC ASSIGECO PIACENZA 86
(17-11; 42-37; 73-68)

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 10 (2/2, 2/6), Lacey 11 (1/2, 3/5), Ebeling 7 (2/3, 1/3), Antonutti 9 (3/3 da tre), Walters 10 (4/5 da due); Mussini 13 (2/3, 3/5), Esposito 11 (2/3, 2/2), Giuri 9 (3/4, 1/4), Pellegrino 8 (3/4 da due), Nobile 7 (0/1, 1/2). Ne: Pieri, Bovo
All: Matteo Boniciolli (assistenti: Carlo Finetti, Carlo Campigotto)

UCC ASSIGECO PIACENZA: Sabatini 8 (1/3, 1/2), DeVoe 28 (9/15, 2/4), Querci 3 (1/1, 0/2), Pascolo 10 (5/7 da due), Guariglia 19 (6/7, 2/4); Cesana 13 (2/3, 3/4), Galmarini 5 (1/4, 0/3), Deri (0/1 da due), Gajic. Ne: Seck
All.: Stefano Salieri (assistenti: Gabriele Grazzini, Fabio Farina)

ARBITRI: Tirozzi di Bologna, Wassermann di Trieste, Spessot di Gradisca d’Isonzo

NOTE: Tiri liberi: Old Wild West 9 su 10, Assigeco 12 su 19
Tiri da tre: Old Wild West 16 su 30, Assigeco 8 su 19
Rimbalzi: Old Wild West 34 (Pellegrino 8), Assigeco 17 (Guariglia 5)
Assist: Old Wild West 27 (Cappelletti 7), Assigeco 21 (DeVoe 8),
Cinque falli: Walters (36’)

Ufficio Comunicazione e Stampa
UCC ASSIGECO PIACENZA

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article