5 C
Parma
lunedì, Novembre 28, 2022

Assigeco, a Treviglio: sconfitta bagnata da una pioggia di triple

Raschiare nel profondo dell’anima alla ricerca di energie residue e di quel pizzico di lucidità necessarie a leggere il copione “on the road” non è sufficiente all’Assigeco, al terzo appuntamento, secondo di fila in trasferta, nel giro di una settimana, per scalfire l’imbattibilità stagionale del “PalaFacchetti”.

La squadra dell’ex Michele Carrea conduce la contesa sul minimo comune denominatore della durezza della fase difensiva e della pazzesca incisività dall’arco. I numeri evidenziano l’andamento della contesa sul parquet: alla sostanziale parità di efficacia al tiro (37/67 Treviglio, 35/68 Assigeco) si contrappone la sostanziosa differenza nel tiro da tre (52% Treviglio, 21% Assigeco) che i padroni di casa sfruttano alla grande grazie anche all’ottima circolazione di palla (21 assist) per bruciare con continuità la retina rossoblu. Gli stimoli generati dalla cornice di agonismo e rivalità non sono sufficienti a garantire un approccio determinato alla gara da parte dell’Assigeco (22-11 all’8’) che trova progressivamente il ritmo per limare il divario nel secondo periodo (38-36 al 9’) ma non a ribaltare l’inerzia.
Gherardo Sabatini spinge parecchio (7/11, 3 rimbalzi, 4 assist in 32’) Gabe DeVoe fa guizzare muscoli e  talento nella rude ragnatela avversaria (8/16 dal campo, 6/7 in lunetta, 4 rimbalzi, 5 assist in 39’) Tommaso Guariglia cerca spazio sotto (4/10, 4 rimbalzi) Luca Cesana parte dalla panca e si fa vedere sul perimetro (5/8, 4 rimbalzi, 2 assist) mentre “Dada” Pascolo miscela esperienza e magie (5/9, 6 rimbalzi, 3 assist).
Fra scelte a volte non corrette e qualche errore, i rossoblu tengono la scia dei padroni di casa ispirati da Rodriguez (8/13, 6 rimbalzi, 5 assist) per le giocate esterne di Miaschi (9/16, 5 assist) Sollazzo (5/14, 8 assist) e Sacchetti (6/9, 4 assist) con la presenza all’ombra del canestro di Langston (4/7, 10 rimbalzi, 4 assist) e D’Almeida (3/4). Una miscela esplosiva che dopo l’intervallo lungo rilancia le voglie di Treviglio (70-55 all’8’) brava a respingere ogni tentativo di rientro lodigiano e mettere entusiasmo nella gestione dell’ultimo periodo: 83-63 al 6’.
L’Assigeco barcolla ma non molla anche sul massimo vantaggio locale: 99-82 a 5” dalla sirena. La pazzesca tripla di Pascolo a 2” garantisce il minimo vantaggio nella differenza canestri nel confronto diretto con la forte Treviglio per l’Assigeco (+15 all’andata) intenzionata comunque a continuare la corsa nella parte che conta della classifica.

GRUPPO MASCIO TREVIGLIO 99 UCC ASSIGECO PIACENZA 85
(24-16; 45-40; 72-62)
GRUPPO MASCIO TREVIGLIO: Rodriguez 25 (3/4, 5/9), Sollazzo 12 (3/10, 2/4), Miaschi 22 (6/9,
3/7), Sacchetti 17 (3/5, 3/4), Lagston 8 (4/7 da due); D’Almeida 10 (3/4 da due), Venuto 3 (1/3 da tre),
Bogliardi 2 (1/1 da due). Ne: Amboni, Abati Toure
All: Michele Carrea (assistenti: Lorenzo Dalmonte, Paolo Scorletti)
UCC ASSIGECO PIACENZA: Sabatini 18 (6/7, 1/4), DeVoe 22 (8/11, 0/5), Querci 4 (2/3, 0/2), Pascolo
11 (4/6, 1/3), Guariglia 10 (4/9, 0/1); Cesana 12 (3/5, 2/3), Galmarini 4 (2/6 da due), Carr (2/2 da due),
Deri (0/1 da tre). Ne: Gajic
All.: Gabriele Grazzini (assistente: Fabio Farina)
ARBITRI: Marco Rudellat di Nuoro, Valerio Sallustri di Roma, Francesco Praticò di Reggio Calabria
NOTE: Tiri liberi: Gruppo Mascio 11 su 13, Assigeco 11 su 13
Tiri da tre: Gruppo Mascio 14 su 27, Assigeco 4 su 19
Rimbalzi: Gruppo Mascio 34 (Langston 10), Assigeco 29 (Pascolo 6)
Assist: Gruppo Mascio 27 (Sollazzo 8), Assigeco 15 (DeVoe 5)
Cinque falli: nessuno

Ufficio Comunicazione e Stampa
UCC ASSIGECO PIACENZA

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article