26.5 C
Parma
giovedì, Luglio 29, 2021

Autodifesa, 23 donne si allenano all’aperto a Cadeo

Corso di autodifesa per 23 donne. Accade a Cadeo (Piacenza) con l’avvio del corso di difesa personale femminile organizzato dal Comune di Cadeo in collaborazione con ASD Libertas Cadeo. Il corso – rivolto a tutte le donne – è a partecipazione gratuita e all’aperto presso il campo di atletica di via Urbino a Roveleto.

“Insieme al corso di ginnastica over65 questa è un’altra occasione collettiva per sperimentarsi in questa estate in una palestra a cielo aperto – spiega il primo cittadino Marco Bricconi – ma soprattutto questa è una preziosa opportunità per insegnare alle partecipanti come riconoscere una situazione di pericolo e come gestirla. Abilità che purtroppo oggi sono necessarie alle donne nella vita reale”. Alla guida del corso Gabriele Fortunati, istruttore federale di atletica leggera e 1° DAN di Karate Shotokan. “Questo corso è nato dalla necessità di poter svolgere attività all’aperto a causa del virus. Ho sfruttato il mio grado di karate per dare ufficialità al corso stesso – spiega Gabriele Fortunati – Abbiamo 23 iscritti e ho due collaboratrici, Giulia Rebecchi e Martina Caserta“.

Il corso, che proseguirà fino a fine anno, non si limita agli esercizi pratici: “Si svolge in due parti, una dedicata alla parte teorica che riguarda l’aspetto giuridico, psicologico, e una parte pratica fisica in cui le ragazze migliorano le loro doti di forza, di resistenza, di velocità e di precisione. Le iscritte apprenderanno anche delle tecniche di prima difesa. Sarà possibile anche confrontarsi in una simulazione di combattimento grazie all’associazione softair SST di Piacenza”, sottolinea Fortunati. “Ringrazio Gabriele Fortunati e La Libertas Cadeo che hanno accolto la nostra proposta e realizzato questo corso che fa parte di un percorso strutturato contro le violenze di genere iniziato con l’Istituto Comprensivo che continuerà con iniziative sul territorio collegate anche alla panchina rossa. Ritengo molto importante questa opera di sensibilizzazione perché le nuove generazioni crescano con valori di rispetto reciproco” conclude la vicesindaca Marica Toma.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article