Basquiat torna nell'East Village

(ANSA) – NEW YORK, 13 MAR – Entrato dopo la morte nel “club dei 100 milioni di dollari”, Jean Michel Basquiat torna alle sue origini nell’East Village di Manhattan, ma in un nuovo teatro/spazio espositivo che ne certifica il doppio ruolo di artista rivoluzionario e beniamino dei super-ricchi.
    La mostra inaugurale del Brant Foundation Art Study Center, che include 70 opere dell’artista haitiano e portoricano di Brooklyn morto di overdose nel 1988 a 27 anni, ricolloca la meteora Basquiat nel quartiere dove si era formato e cresciuto.
    Il Brant Art Study Center è stato fondato dal tycoon dei media e collezionista Peter Brant (marito di Stephanie Seymour) come gemello urbano della sede principale della Fondazione a Greenwich in Connecticut. Il museo a ingresso libero (ma su prenotazione) è ospitato in un edificio industriale che in passato è stato lo studio di Walter De Maria fino alla morte dell’artista nel 2013. Il palazzo è stato recentemente rinnovato da Richard Gluckman che ha creato 650 metri quadri di spazi espositivi.
   

- Advertisement -