33.1 C
Parma
domenica, Agosto 14, 2022

“Besuricalegge”, proseguono fino a fine mese le iniziative dei Nuovi Viaggiatori

“Besuricalegge – Maggio, mese della lettura” è il nome del ciclo di iniziative organizzate da “Nuovi Viaggiatori”, associazione di promozione sociale impegnata, da oltre dieci anni, sui temi del turismo sociale e della qualità della vita. Numerose le attività previste, realizzate in rete con altri soggetti nel quartiere Besurica durante tutto il mese di maggio, con finalità di promozione della lettura in chiave sociale e partecipata. Nelle varie azioni, infatti, la cultura si accompagna all’impegno civico per i luoghi e per la comunità declinato in chiave inclusiva e sostenibile.

I primi due incontri si sono svolti lunedì 16 maggio, nello spazio antistante la biblioteca comunale, in via Perfetti, 2. Nel primo, il gruppo di lettura “Besurica, il giardino delle parole” ha condiviso la lettura dell’ultima opera di “Paolo Rumiz”, Canto per Europa., presentato dal volontario Nanni. Nel secondo, l’autrice piacentina Beatrice Ponticelli, 21 anni, ha raccontato il suo libro d’esordio, “Quel fiore ha la tua voce” (Youcanprint ed., 2022). Anche le prossime si svolgeranno nello spazio antistante la biblioteca comunale. Venerdì 20 maggio Claudio Visentin, in dialogo con Anna Leonida e Adele Boncordo, presenterà “Luci sul mare. Viaggio tra i fari della Scozia fino alle isole Orcadi e Shetland” (Ediciclo ed., 2022): un reportage di viaggio nel Nord alla ricerca delle affascinanti “lanterne di mare” e dei suoi ultimi guardiani. Giovedì 26 maggio, invece, alle ore 15, l’incontro dal titolo “Il valore dei ricordi. Dina Bergamini si racconta a partire dai suoi libri”, dedicato agli anziani ospiti del Centro diurno anziani, ma, come tutti gli altri, aperto a tutti.

Infine, martedì 31 maggio si terranno ben tre iniziative in vari punti del quartiere piacentino. Alle 9.30 appuntamento nei giardini di via Marzioli per l’inaugurazione, assieme ai ragazzi della scuola Media Italo Calvino, di una casetta per i libri realizzata dal volontario Giacomo Maserati (la quarta, dopo le due installate al parco Montecucco e quella nei giardini dedicati alle vittime di mafia, davanti alla biblioteca comunale). Ed è proprio in questi giardini, in via Perfetti 2, che si svolgeranno le ultime due iniziative, che vedranno la partecipazione anche dei bambini della Scuola d’infanzia Besurica. Alle 10.30, l’intitolazione della casetta dei libri a Emilia Cestelli dalla Chiesa, a un anno dalla sua morte, in ricordo del suo impegno per la cultura e per la legalità. Alle 11.00 seguirà l’inaugurazione di due “panchine degli incontri”, poste accanto alla casetta per i libri e agli alberi messi a dimora nei mesi scorsi a cura della stessa Associazione Nuovi Viaggiatori. Durante tutto il mese di maggio, inoltre, il quartiere sarà abbellito da cassette azzurre contenenti libri per il libero scambio.

“Riteniamo che la cultura sia un potente elemento di aggregazione e di inclusione. I libri sono un prezioso collante per moltissime persone” dichiara Adele Boncordo, presidente dell’Associazione. “Grazie alla cultura si può animare un luogo, favorendo la socializzazione e promuovendo anche l’inclusione delle persone più fragili” aggiunge Anna Leonida, tra i soci fondatori dell’Associazione e referente del progetto Besurica insieme, nonché coordinatrice del gruppo di lettura. “Si può così scoprire che impegnarsi per il luogo e per la comunità in cui si vive è un importante elemento di benessere individuale e di coesione sociale. Con la cultura si può costruire comunità e sicurezza”. Le iniziative si inseriscono nel progetto “Besurica insieme 2022”, giunto ormai al quarto anno, e sono realizzate grazie alla disponibilità e all’impegno dei volontari.

Ad arricchire il mese di maggio alla Besurica anche le presentazioni di libri inseriti nella rassegna della biblioteca comunale Passerini Landi, “Piacenza che scrive”. Dopo “Da un treno” di Maria Chiara Razzini (13 maggio), il 27 maggio sarà la volta di “Ucraina. La catena che ci unisce”, di Thomas Trenchi e Marcello Pollastri. La rassegna proseguirà anche nelle settimane successive: il 3 giugno, con “Quello che resta di una vita” a cura di Antonella Dell’Aquila; il 10 giugno con “Baby rosa gang di Paola della Mariga) e il 17 giugno con “Il mistero del doppio ritratto di Klimt”, di Ermanno Mariani Tutti gli incontri si terranno nello spazio antistante la biblioteca comunale.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article