13.4 C
Parma
giovedì, Ottobre 21, 2021

Borgonovo, Mazzocchi “Continueremo ad ampliare l’offerta di servizi socio-assistenziali”

Asp, medicina di famiglia, assistenza e servizi sociali: sono questi alcuni dei tanti temi al centro del partecipato confronto che il sindaco Pietro Mazzocchi, insieme ai componenti della lista “Insieme per Borgonovo”, ha avuto nei giorni scorsi con la cittadinanza. “Abbiamo tracciato l’impegno della nostra Amministrazione sul versante dei servizi sociali e socio-sanitari di nostra competenza – ha evidenziato il Pietro Mazzocchi – rinnovando l’attenzione verso il potenziamento dell’assistenza, cercando di intercettare e rispondere in modo sempre più efficace e tempestivo alle nuove fragilità generate dalla pandemia”.

Nel tracciare il quadro storico e di partenza del comparto – oltre al sindaco, sono intervenuti l’assessore Giulia Monteleone e il consigliere Domenico Francesconi – è stato ricordato come dalla nascita dell’Asp, ormai una ventina di anni fa, sono stati implementati molti servizi, a partire dall’hospice, il primo della provincia di Piacenza, e del nucleo Gracer, entrambi localizzati nell’ex Istituto Andreoli. “Grazie alla volontà che la nostra Amministrazione ha sempre espresso di sostenere, anche economicamente, l’Asp – hanno evidenziato gli amministratori – in questi anni è stato possibile incrementare i servizi. E’ fondamentale continuare a lavorare in rete per garantire il giusto sostegno ad Asp per una risposta sempre più efficace e tempestiva alle esigenze della comunità”.

Particolarmente sentito il tema della Medicina di Famiglia, alla luce del ventilato pensionamento dall’inizio del prossimo anno della maggior parte dei dottori attualmente impegnati nel servizio. Lo stato dell’arte della situazione è stato riportato direttamente dal sindaco Mazzocchi, il quale ha ricordato come “lo scorso 11 settembre ho richiesto formalmente un incontro all’Ing. Baldino, direttore di Asl, al fine di avere un momento di condivisione e chiarimento sulla situazione. Nel corso dell’incontro successivo, l’ing Baldino ha sottolineato come la problematica sia di livello nazionale e attiene a una mancanza generalizzata di medici, ma che per quanto riguarda Borgonovo si è impegnati a trovare una soluzione positiva ed è fondamentale continuare a lavorare a questo obiettivo”.

All’assessore Giulia Monteleone il compito di ricordare i tanti impegni dell’Amministrazione in ambito di servizi sociali e assistenza socio-sanitaria, “in sinergia con numerosi enti, al fine di dare risposte tempestive alla nostra comunità”. “L’Amministrazione Mazzocchi – ha ricordato – ha saputo realizzare reti di assistenza con tecnici e volontari, a partire da quelli Auser, per garantire la continuità di molti servizi, ad esempio il trasporti minori disabili o il taxi sociale). In questi anni, inoltre, è stata reintrodotta nell’organigramma la figura dell’assistente sociale e l’obiettivo è di aumentare ulteriormente il servizio. A questo si è aggiunta, in collaborazione con l’Ufficio di Piano, l’introduzione del mediatore culturale”. “Mantenuti ed ampliati – ha continuato Monteleone – i servizi di assistenza domiciliare a supporto di persone non autosufficienti e anziani fragili. Un impegno che rinnoveremo e implementeremo, ponendo particolare attenzione alle nuove fragilità che, come giustamente sottolineava il sindaco, si sono palesate a seguito dell’emergenza sanitaria e che forse non sono ancora del tutto espresse e che richiedono una profonda cura e sensibilità”

“A supporto e integrazione di questo costante e rinnovato impegno – ha concluso il sindaco Mazzocchi – abbiamo già elaborato, in fase embrionale, due importanti progetti di collaborazione con Asl e Asp per la riqualificazione di alcune aree dismesse con l’obiettivo di farne centri per ampliare la gamma di servizi a sostegno della popolazione fragile”. (nota stampa)

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article