16.9 C
Parma
giovedì, Ottobre 6, 2022

Castelfranco espugna Podenzano, gara nervosa e condizionata da episodi avversi

Podenzano – Castelfranco: 66 – 70 (18-18, 33-30, 46-53)

Era la partita più importante del girone di andata, ma l’eccessivo nervosismo generale e la conduzione arbitrale che nuovamente danneggia Podenzano, hanno portato a una gara brutta, tesa e con episodi che ancora una volta hanno condizionato il match.
Due punti pesanti lasciati sul campo di casa, nonostante l’equilibrio statico per tutta la durata dell’incontro, mosso solo dalla tensione causato da una raffica di decisioni disciplinari in pochi secondi che hanno portato a una sequenza di falli tecnici, culminati con l’espulsione del coach Locardi senza nessuna colpa.
Purtroppo dopo pochi minuti Podenzano subisce la prima tegola: Marco Filippa mette il piede male e cade a terra urlante, per una probabile distorsione al ginocchio che è parsa subito grave: il ragazzo è stato portato velocemente in ospedale per accertamenti.
Fino alla metà del terzo periodo l’incontro è proseguito punto a punto, senza che nessuna delle due potesse staccarsi. Podenzano ha sempre mantenuto tre o quattro punti di vantaggio, subito ripresi dai verdi di Castelfranco. Tanti errori al tiro, tante scelte d’attacco sbagliate, nonostante i 10 punti di Fellegara nel primo quarto, dove si è caricato sulle spalle la squadra, senza trovare quello sprint che è mancato per prendere il largo.
Nel frattempo questa situazione frustrante, coadiuvata da una conduzione arbitrale che non contribuiva a tenere sereni gli animi, faceva alzare la tensione su entrambe le panchine: nel terzo quarto l’episodio chiave che ha rotto il match, quando Petrov subisce un fallo tecnico per simulazione, nonostante la caduta per spinta dell’avversario, documentata dal video gara, facendo scaturire altri due falli tecnici per proteste fino all’espulsione di Locardi, incredulo, tra i boati di disapprovazione del pubblico verso le maglie grigie dei direttori di gara.
La tensione ha raggiunto le stelle e Castelfranco ne approfitta: nel terzo quarto il parziale è +10, e solo negli ultimi minuti i gialloblu riescono a rosicchiare qualche punto concludendo con una differenza canestri di 4 punti, grazie a Giulio Coppeta, ultimo baluardo a trascinare i compagni.
Il conteggio finale dei falli recita 32 per Podenzano e 24 per gli ospiti, segnale che qualcosa non è andato per il verso giusto.
Le parole di coach Locardi: “Complimenti a Castelfranco che è riuscito a giocare la gara che dovevamo fare noi, con le nostre armi, con rimbalzi, con aggressività e intensità che non abbiamo avuto noi, in questa partita comunque brutta. Ci servirà per capire che per salvarci ogni minuto di ogni partita va approcciato diversamente, come se fosse quello decisivo. Perché siamo una squadra giovane, ma che sta facendo un buon lavoro e questa sconfitta non deve cancellare quanto fatto finora. Ma deve essere una lezione per arrivare pronti alle partite importanti del girone di ritorno. Mando un forte abbraccio al nostro ragazzo, Marco Filippa che si è infortunato subito, speriamo di poterlo riavere presto con noi.”

Nella foto: Giulio Coppeta

Podenzano: Pirolo P. 3, Fermi 8, Fellegara 16, Rigoni M. 7, Petrov (K) 6, Rigoni F., Fumi 5, Devic 5, Pirolo M. 0, Csosz ne, Filippa 0, Coppeta 16.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article