22.9 C
Parma
domenica, Ottobre 2, 2022

Deserta la gara di progettazione della nuova scuola all’ex Laboratorio Pontieri

E’ andata deserta la gara di progettazione della nuova scuola media (secondaria di primo grado) che dovrà sorgere all’interno del comparto dell’ex laboratorio Pontieri di Piacenza. La presa d’atto dell’amministrazione comunale, che ha ereditato la procedura da quella precedente, si può leggere sull’albo pretorio: nessun operatore ha fatto pervenire la propria offerta per l’affidamento del “Servizio di progettazione definitiva ed esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione dell’intervento di rigenerazione e rifunzionalizzazione del comparto sud dell’ex Laboratorio Pontieri in uno spazio innovativo per la formazione secondaria di primo grado, con opzione sul servizio di direzione lavori, contabilità e coordinamento sicurezza in fase di esecuzione”. Si tratta di un progetto finanziato coi fondi del Pnrr.

Dopo la gara deserta, l’amministrazione comunale indica una strada diversa per reperire i progettisti dell’intervento annunciato nel gennaio scorso come un tassello fondamentale del nuovo campus scolastico nella zona nord della città: l’indizione di una procedura negoziata senza pubblicazione di un bando di gara, con “l’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, individuata sulla base del miglior rapporto qualità prezzo”. A tale selezione saranno invitati “gli operatori economici individuati a seguito della consultazione degli elenchi dei partecipanti ammessi a precedenti procedure aperte
ovvero che abbiano già eseguito servizi di ingegneria ed architettura, con esito soddisfacente per il Comune”. La spesa resta immutata pari a 463mila 447,98 euro.

Il progetto di riqualificazione e rifunzionalizzazione del comparto Sud dell’ex Laboratorio Pontieri di Piacenza in uno spazio innovativo per la formazione secondaria di primo grado, associato alla “Riqualificazione Porta Borghetto” hanno ottenuto il finanziamento di 8 milioni di euro richiesto, nell’ambito degli interventi di rigenerazione urbana di cui al Decreto n. 56 del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, con il Ministro dell’interno e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article