3.5 C
Parma
mercoledì, Dicembre 7, 2022

Ecco “Bobbio Mon Amour”, una guida digitale alla visita del borgo

E’ stato presentato il percorso digitale e turistico “Bobbio Mon Amour” tra arte, storia, cultura, territorio, cibo, e benessere. Alla presenza del vicesindaco Simona Innocente, del presidente della Provincia Patrizia Barbieri e dei sindaci della Val Trebbia, che hanno tagliato il nastro al rinnovato ufficio turistico del borgo. Assente il sindaco Roberto Pasquali che ha inviato un messaggio.

“Bobbio Mon Amour” è un progetto multimediale interattivo, che utilizzando strumenti tecnologicamente evoluti, può fornire informazioni e servizi ai cittadini, ai turisti e al tessuto socio economico, facendo della comunicazione e immagine una delle sue “pietre portanti”. La visita del borgo diventa un’esperienza dinamica, coinvolgente utilizzando diversi supporti tecnologici: il proprio telefonino scaricando un’app me anche totem, cartelloni e altri dispositivi multimediali sparsi nel borgo. Lo scopo del progetto è quello di catturare l’interesse del visitatore invogliandolo a visitare Bobbio e i suoi dintorni e coinvolgendolo nella visita attiva.

Il visitatore potrà scaricare l’applicazione (con i vari moduli inclusi) sul telefonino tramite gli store o interfacciandosi tramite i totem. Potrà così accedere alle informazioni, effettuare visite con percorsi “liberi” oppure scegliere tra i percorsi consigliati, scegliere cosa vedere, dove andare e in quanto tempo. Lo smartphone e il tablet del visitatore, si tramutano in uno strumento guida che lo condurrà e coinvolgerà nella visita emozionale, alla scoperta delle particolarità e delle bellezze di Bobbio, grazie anche all’utilizzo della realtà aumentata, della realtà virtuale e della ricostruzione 3D.

Ogni visitatore viene così accompagnato all’interno dei musei, chiese, abazie, e del castello, facendo scoprire le particolarità di questi siti, con ricostruzioni virtuali di come erano alcuni ambienti e la fedele ricostruzione 3D, di oggetti ormai ridotti a pochi frammenti. La guida prosegue all’esterno per vicoli, piazze, corsi, alla scoperta dei monumenti e particolarità di Bobbio. Questo, grazie all’utilizzo di oltre 20 beacon disposti lungo le vie del borgo e all’interno degli immobili interessati. All’interno del castello Malaspina è possibile vedere anche oggetti ricostruiti con tecnologia 3D , oltre che “vedere” in modo virtuale come erano alcune stanze all’epoca in cui era solo una fortezza militare e poi come erano quando il castello divenne anche residenza.

In sintesi, il visitatore può sapere tutto quello che Bobbio può offrire, semplicemente camminando per il borgo, può venire anche a conoscenza dei vari eventi e manifestazioni presenti in programma, con tutte le informazioni ad essi relativi, scoprendo anche eventuali modifiche o novità in tempo reale. L’utilizzo di tecnologie digitali di ultima generazione risponde a diversi obiettivi, tra cui consentire al visitatore che entra in un museo o in altro ambiente di poter personalizzare il suo percorso all’interno della struttura stessa in relazione ai suoi reali interessi e al tempo che ha a disposizione grazie all’utilizzo di filtri gestibili e personalizzabili in totale autonomia.

“Oggi è una bellissima giornata per Bobbio, – ha scritto il sindaco Roberto Pasquali nel suo messaggio – è stato raggiunto un obiettivo importante per la vocazione turistica del nostro borgo. Viene presentato il progetto Bobbio Mon Amour, un percorso multimediale interattivo di conoscenza di Bobbio e la cartellonistica turistica nella città. Inoltre sono stati rinnovati i cartelli sui monumenti importanti del nostro comune”. E ha rivolto il suo ringraziamento alle istituzioni che hanno concorso al progetto e a Visit Emilia.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article