4.8 C
Parma
sabato, Dicembre 10, 2022

Gli allevatori piacentini dal prefetto, giovedì il presidio “Aumento costi di produzione non più sostenibile”

Allevatori piacentini in protesta contro l’aumento dei costi di produzione: il presidio di Coldiretti Piacenza.

“Domani, giovedì 17 febbraio a Piacenza – annuncia l’organizzazione di agricoltori -, si svolgerà una manifestazione organizzata da Coldiretti su tutto il territorio nazionale per denunciare la situazione insostenibile che si è venuta a creare con l’impennata dei beni energetici e i prezzi che non coprono i coprono i costi di produzione. In particolare, a Piacenza la protesta riguarderà il settore lattiero-caseario e vedrà protagonisti gli allevatori che scenderanno dalle campagne per dare voce alle difficoltà che stanno attraversando. La manifestazione avrà inizio a partire dalle 9.00 di domattina di fronte al Palazzo della Prefettura in via San Giovanni. Il settore lattiero caseario – sottolinea Coldiretti – rappresenta la voce più importante dell’agroalimentare italiano e Piacenza vanta un’importante tradizione da preservare, con le sue stalle che producono circa il 20% del latte nella nostra Regione”.

“Purtroppo – evidenzia Coldiretti – il prezzo del latte alla stalla continua a non coprire l’incremento dei costi di produzione generando una situazione non più sostenibile che si riflette su un clima di estrema sfiducia per gli allevatori. Coldiretti Piacenza chiede che vengano intraprese azioni concrete ed immediate per evitare che gli allevamenti piacentini, in particolare quelli di montagna, continuino a chiudere impoverendo il territorio sul piano economico, occupazionale, sociale, culturale e paesaggistico”.

“Per questo, durante la mattinata di giovedì, una delegazione di allevatori, accompagnata dal direttore Roberto Gallizioli e dai Delegati confederali Giovanni Benedetti e Marco Allaria Olivieri, salirà dal Prefetto di Piacenza Dr. Daniela Lupo per consegnare un documento con le richieste di Coldiretti al Governo”.

Il direttore Gallizioli ribadisce gli obiettivi: “Bisogna garantire il giusto prezzo con la lotta alle speculazioni, assicurare liquidità alle imprese e sbloccare gli interventi per il settore fermati dalla burocrazia ma anche i progetti concreti per cogliere le opportunità che vengono dall’agricoltura con le fonti energetiche rinnovabili, dal biogas al fotovoltaico sui tetti di aziende e stalle”.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article