20 C
Parma
sabato, Giugno 3, 2023

Goffredo Petrassi, il maestro dei maestri: una giornata di studi e un concerto al Conservatorio Nicolini

Il 29 marzo a partire dalle 10 il Conservatorio Nicolini dedica una giornata di studi al tema ‘Goffredo Petrassi e il sistema della produzione musicale nel XIX secolo: compositori, editori, radio, case discografiche’. Si tratta dell’evento conclusivo di un progetto di più ampie dimensioni, patrocinato e finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca e svolto in partenariato tra le Edizioni Suvini Zerboni e il Conservatorio.

Oggetto di studio è stato il carteggio intercorso tra le Edizioni Suvini Zerboni e Goffredo Petrassi, conservato presso l’archivio storico dell’editore. Le Edizioni Suvini Zerboni sono una delle principali case editrici musicali italiane. Nata nel 1907, ha accolto nel suo catalogo molti titoli della musica contemporanea italiana, da Goffredo Petrassi a Luigi Dallapiccola, Bruno Maderna, Luciano Berio, Giorgio Federico Ghedini, Ildebrando Pizzetti, Gianfrancesco e Riccardo Malipiero. 

L’attenzione è stata focalizzata su Goffredo Petrassi (1904-2003), uno dei principali protagonisti della scena musicale italiana che ha attraversato tutto il Novecento, affermandosi anche all’estero e proponendo i suoi lavori nei principali Festival di musica contemporanea. La documentazione, che è stata digitalizzata e catalogata, copre un arco cronologico che si estende dal 1941 al 1999 e offre testimonianza della sua attività compositiva e della diffusione delle sue opere in Italia e all’estero.

Il materiale digitalizzato è ora fruibile in un archivio digitale e lo studio ha consentito di approfondire molteplici aspetti della cultura e della società del XX secolo (dalle modalità organizzative e di programmazione ai repertori e ai programmi realizzati dalle varie istituzioni, nonché le figure professionali attive al loro interno) e di conoscere approfonditamente – e dalla parte del suo creatore – il catalogo del compositore che ha attraversato tutto il secolo.

Le relazioni previste nella giornata del 29 marzo verteranno in parte sui contenuti e le caratteristiche del fondo epistolare e in parte prenderanno in esame personaggi e aspetti della vita musicale del tempo, per porre nel giusto rilievo il ruolo e la figura di Petrassi nel contesto culturale del XX secolo. I relatori coinvolti sono Antonio Cascelli, Mariateresa Dellaborra, Andrea Estero, Candida Felici, Patrizia Florio, Paolo Rossini, Maria Grazia Sità, Marco Targa. Gabriele Bonomo e Alessandro Savasta saranno presenti in rappresentanza dell’editore e come trait d’union con il Campus internazionale di Latina che possiede la restante parte dell’epistolario del M° Petrassi.

A corollario della giornata alle ore 18 si svolgerà un concerto di musiche di Petrassi realizzato da studenti e docenti del conservatorio di Piacenza: la Sonata da camera per clavicembalo e 10 strumenti (1948), la Serenata per 5 strumenti (1958) e Estri per 15 esecutori (1967).  L’evento ha rappresentato l’occasione per approfondire lo studio del compositore che ancora oggi offre punti di interesse e si rivela di grande attualità, in quanto da una parte ha assorbito in modo del tutto personale le influenze della musica del Novecento e dall’altra rivive attraverso il suo fondamentale ruolo didattico di docente di composizione di generazioni di musicisti al Conservatorio Santa Cecilia di Roma, ricoperto autorevolmente per quasi tutta la sua lunga vita.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Eventi

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article