26.5 C
Parma
giovedì, Luglio 29, 2021

In tanti per le Drag Queen: “Offese nella dignità di artiste e di persone”

Spazio 4 sold out nonostante il tempo incerto per la festa dei diritti organizzata ad Arcigay Piacenza nel ricordo della rivolta di Stonewall: manifestazione salita alla ribalta della cronaca non solo locale a causa del diniego dell’amministrazione comunale al previsto spettacolo delle Drag Queen. A osservare il clamore e il richiamo di gente generato dalla censura, un significativo effetto boomerang quello conseguito dal Comune.

“Siamo qui per ricordare una data fondamentale – ha detto il presidente del circolo Arcigay Lambda Davide Bastoni – per i diritti, quella del 28 giugno del 1969 quando a New York nel bar di Stonewall frequentato dalla comunità Lgbt ci fu la rivolta sulla scorta del messaggio ‘siamo esseri umani come tutti gli altri’, con gli stessi difetti e gli stessi desideri. Oggi è la Stonewall della nostra città. Faremo questa festa ogni anno per fare la comunità di Piacenza più inclusiva e più aperta”.

Spazio 4 Drag queen

Bastoni ha ricordato la censura da parte del Comune di Piacenza dello spettacolo delle Drag Queen e rivelato di aver ricevuto una telefonata del sindaco Patrizia Barbieri, che ha offerto la possibilità di organizzare lo spettacolo in una sede diversa: “La ringrazio, ma aspettavo questa telefonata da quattro anni – ha ricordato Bastoni – e alla sindaca ho chiesto perchè soltanto noi non abbiamo libertà di espressione in questo luogo, visto che qui si sono tenuti incontri e iniziative di varia natura, le ho chiesto se considerasse più educativo un incontro di ufologia. La verità è che non c’è niente di più diseducativo del pregiudizio”.

Spazio 4 Drag queen

Parola a una delle Drag Queen che ha manifestato tutto lo sconcerto per il divieto del Comune all’esibizione e ringraziato i gestori di Spazio 4, le cooperative Arco e Officine Gutenberg, per aver consentito la presenza degli artisti: “Siamo offese e incazzate perchè siamo state definite diseducative, noi facciamo spettacoli in locali eterosessuali dove spesso gli spettatori sono bambini. Hanno dimenticato che sotto al trucco, al parrucco e ai tacchi ci sono artisti e persone con una dignità. Hanno toccato il nostro lavoro, fare l’artista e fare l’attore, e ne pagheranno le conseguenze, lanceremo una bomba arcobaleno sui social”.

Spazio 4 Drag queen

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article