L'arte affronta il tema dell'anoressia

beabd9f1fbb7042673889e8274f6a1e7
beabd9f1fbb7042673889e8274f6a1e7

(ANSA) – MANTOVA, 30 MAG – L’arte affronta il tema dell’ anoressia a Mantova: Vesna Pavan presenta, al Museo Gonzaga dall’8 al 16 giugno, un’installazione dal titolo Anorex Emblema, composta da sculture monocrome, a grandezza naturale, su basi luminose e quadri appartenenti ai cicli Signs Feel e Skin della stessa artista.
    La volontà della Pavan, definita nel titolo, dalla voluta alterazione della parola anorex (invece di anoressia), è quella di far emergere un problema sottovalutato, attraverso un’ installazione, forte e luminosa, a cui si riferisce il termine emblema. Da qui nasce Anorex Emblema, ‘un canto silenzioso’ sul senso di inadeguatezza e di rifiuto. L’installazione funge da simbolo: la luce come riflessione sul proprio sé interiore e il pane, elemento di vita, evoca la casa, il luogo d’appartenenza, celebra la nascita e la condivisione. L’utilizzo dell’immagine dello scheletro esula dalla provocazione classica nella storia dell’arte.
    Il monocromo creato con l’arancio sangue arteria si distingue nel panorama dei colori. Gli scheletri della Pavan sono un inno alla vita. Il Museo Diocesano di Mantova ha sede nell’ ex-monastero agostiniano di Sant’Agnese, fatto erigere dal mantovano beato Giovanni Bono (1168-1249), fondatore di un ordine religioso poi confluito in quello agostiniano. Vesna Pavan, pittrice ed art designer, è diplomata alla scuola d’Arte e Mosaico a Spilimbergo (Pordenone). La prima mostra personale risale al 1992.
   

Articolo originale tratto da: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/arte/2019/05/30/larte-affronta-il-tema-dellanoressia_7e4b5045-c9ae-459f-8844-a9b8caf157be.html

Autore:

- Advertisement -