3.4 C
Parma
martedì, Dicembre 6, 2022

“La mia lingerie per donare nuova bellezza alle donne operate al seno e aiutare la ricerca”

“La mia lingerie per donare nuova bellezza alle donne operate al seno e aiutare la ricerca”. E’ il progetto della stilista piacentina Maria Francesca Milani, nato da una dolorosa esperienza personale.

“Come donna, so quanto sia diffuso il tumore al seno: abbiamo tutte un’amica o una conoscente che ha dovuto affrontare questa malattia. E la scorsa estate è toccato a mia sorella – racconta -. Durante un normale controllo di routine ha scoperto di avere di un avere un cancro. Ho quindi vissuto in prima persona le sue difficoltà: un’operazione molto invalidante, che all’inizio le rendeva difficoltoso anche riuscire a prendere una bottiglia d’acqua, le visite e i suoi timori per il futuro”.

“Mi sono chiesta come potessi aiutare, con il mio lavoro, chi sta combattendo questa battaglia e sensibilizzare, al tempo stesso, ragazze più giovani, aiutandole a comprendere l’importanza della prevenzione per loro stesse e per le loro mamme. Ho così pensato di creare una linea di intimo, Violetta Lingerie, dedicata alle donne operate al seno – spiega -, proprio per aiutarle a recuperare quella femminilità colpita da questa patologia e che fosse, per loro, ugualmente confortevole”.

La collezione, realizzata in un laboratorio di Prato, vede completini intimi in tulle stretch italiano dalle sfumature delicate: rosa cipria, rosso ciliegia, blu pavone e nero. Il design è stato pensato per essere funzionale e di sostegno in modo naturale al seno, con piccole pieghe che aiutano a mimetizzare le cicatrici. “Per realizzarlo, mi sono confrontata non solo con mia sorella ma anche con le clienti che mi hanno raccontato la loro esperienza: le ho ascoltate e capito le loro esigenze”.

“La moda è effimera ma può aiutare a lanciare messaggi importanti, ed è quello che cerco di fare con il mio lavoro. Al momento di acquisto di un completo Violetta, propongo alla cliente di donare 5 euro all’Airc, a cui io aggiungo altri 5 euro. Ho deciso di dedicare queste donazioni a Fraintesa, travel blogger malata di tumore al seno e mancata lo scorso anno. La sua storia mi aveva colpito molto, a maggior ragione dopo scoperto che seguiva il mio lavoro attraverso instagram ho pensato che dovevo dedicare a lei questa iniziativa, d’intesa con il suo compagno Andrea, che porta avanti il messaggio di Fraintesa gestendo i suoi profili social”.

Al momento sono stati venduti una trentina di capi, ma il progetto continuerà. “Sono partita con un completino intimo perché è la cosa che, da donne, sentiamo più vicina a noi, a contatto con la pelle. Ma ho già in programma di realizzare una linea di costumi da bagno, con la stessa filosofia. Fin da quando ho iniziato la mia attività di stilista – concluda – ho sempre avuto l’obiettivo di aiutare le donne a sentirsi più belle, magari con un bel capo. Ora continuo a farlo, con una consapevolezza nuova e una sensibilità più matura”.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article