3.4 C
Parma
martedì, Dicembre 6, 2022

L’addio di Teatro Gioco Vita a Paolo Graziosi “Protagonista di spettacoli indimenticabili

E’ scomparso all’eta di 82 anni, per complicazioni legate al Covid, l’attore riminese Paolo Graziosi; protagonista al cinema, in teatro e sul piccolo schermo, molto amato, tra gli altri, dal regista piacentino Marco Bellocchio, la sua ultima interpretazione risale allo scorso anno nella pellicola di Nanni Moretti “Tre piani”.

Con le sue interpretazioni a teatro, al cinema e sul piccolo schermo – lo ricorda Teatro Gioco Vita – ha lasciato un segno profondo nel mondo dello spettacolo.  Al Teatro Municipale di Piacenza lo abbiamo visto l’ultima volta nel febbraio 2020 in “Romeo & Giulietta – Nati sotto contraria stella” con Ale & Franz, drammaturgia e regia di Leo Muscato. Nel marzo 2014 faceva parte del nutrito cast di attori dello spettacolo “Operette morali”, diretto da Mario Martone e prodotto dal Teatro Stabile di Torino. Con lui Renato Carpentieri, Roberto De Francesco, Iaia Forte, Paolo Graziosi, Giovanni Ludeno, Paolo Musio, Totò Onnis, Barbara Valmorin, Victor Capello.

In precedenza al Teatro Municipale aveva interpretato il bisbetico padre Max ne “Il ritorno a casa” di Harold Pinter, diretto da Peter Stein e prodotto dal Teatro Metastasio di Prato. Era il dicembre 2013 e con lui sul palcoscenico avevamo applaudito Arianna Scommegna, Andrea Nicolini, Alessandro Averone, Rosario Lima ed Elia Schilton. Nel marzo 2008 lo avevamo visto diretto da Toni Servillo nell’esilarante ruolo di Filippo nella “Trilogia della villeggiatura” di Carlo Goldoni, spettacolo del Piccolo Teatro di Milano e Teatri Uniti.

“Paolo Graziosi – conclude Teatro Gioco Vita – ci ha lasciato dopo una vita vissuta da protagonista di spettacoli indimenticabili”.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article