3.5 C
Parma
mercoledì, Dicembre 7, 2022

Libro-guida al Santuario della Madonna del Carmelo, presentazione a Roveleto

La storia del Santuario di Roveleto di Cadeo è descritta in un nuovo libro-guida, curato da Sergio Efosi e Fabio Piazza, che sarà presentato sabato 12 febbraio alle ore 18 presso il teatro parrocchiale di Roveleto di Cadeo con l’intervento degli autori, di Anna Coccioli Mastroviti, Susanna Pighi e Dino Molinari.

La guida evidenzia anche la storia cronologica del Santuario, dalla posa della prima pietra della piccola nicchia contenente il dipinto della Madonna del Carmelo alla elevazione dell’edificio. Tutto ebbe inizio nel 1676 (1678 per l’ufficialità diocesana) quando il nobile piacentino Maria Albrizio Tadini, molto devoto alla Madonna, fece costruire una nicchia su un terreno di proprietà, posto tra Via Emilia e torrente Chiavenna, entro la quale fece dipingere Maria con due angioletti nell’atto di incoronarla, con ai lati San Giuseppe e San Francesco d’Assisi. La preziosa opera d’arte è di Pietro Martire Stradivari da Cremona (1638-1687). Si deve alla volontà del parroco pievano di Fontana Fredda (al tempo non esisteva Roveleto) l’avvio della costruzione del santuario, dedicato alla Madonna del Carmelo, nel 1750. Il libro di formato guida tascabile contiene un ampio profilo storico dell’edificio, delle sue decorazioni e degli affreschi scritto da Anna Còccioli Mastroviti, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Parma e Piacenza, una rilevante la sezione dedicata agli arredi e agli ex voto, taluni dei quali vere proprie opere d’arte, scritto da Susanna Pighi, dell’Ufficio per i Beni Culturali della Diocesi di Piacenza-Bobbio e di  Dino Molinari che  ha scritto la sezione dedicata ai restauri interni effettuati tra il 2010 e il 2015.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Eventi

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article