2.4 C
Parma
mercoledì, Dicembre 7, 2022

“Orgoglio e pregiudizio”, al Municipale lo spettacolo tratto dal capolavoro di Jane Austen

Dopo il successo ottenuto nel novembre 2019 con “La scuola delle mogli”, Arturo Cirillo ritorna al Teatro Municipale di Piacenza con un altro lavoro “al femminile”: “Orgoglio e pregiudizio”. Si tratta della prima versione teatrale italiana del romanzo scritto nel 1813 da Jane Austen, adattato per il teatro da Antonio Piccolo, con Arturo Cirillo nel doppio ruolo di regista e interprete, affiancato da Valentina Picello, Francesco Petruzzelli, Sabrina Scuccimarra, Rosario Giglio, Eleonora Pace, Giacomo Vigentini, Giulia Trippetta.

Appuntamento mercoledì 12 e giovedì 13 gennaio alle ore 21 per la Stagione di Prosa 2021/2022, direzione artistica di Diego Maj, organizzata da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Iren.

Giovedì 13 gennaio alle ore 17.30 al Teatro Filodrammatici Arturo Cirillo e la Compagnia in scena con “Orgoglio e pregiudizio” incontrano il pubblico. L’appuntamento è inserito nel programma di “Ditelo all’attore” curato dal critico teatrale Enrico Marcotti. Sono infatti ripresi nel 2021/2022 gli incontri con i protagonisti della Stagione di Prosa del Teatro Municipale di Piacenza, proposti da Teatro Gioco Vita con l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano nell’ambito dei progetti di InFormazione Teatrale.

Ma perché portare a teatro, oggi, “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen? A rispondere è lo stesso Arturo Cirillo nelle note di regia: «Perché penso che sia una scrittrice con un dono folgorante per i dialoghi. Perché sono affascinato dall’ottocento, e dal rapporto fra i grandi romanzi di quell’epoca e la scena. Perché l’ironia di questa scrittrice, il suo sguardo acuto ma anche distaccato sui suoi personaggi l’amo molto. Perché il mondo della Austen dove apparentemente non accade mai nulla di eclatante (…) mi affascina. Perché questo mondo sociale (…) non mi sembra così lontano da noi. Soprattutto pensando a queste giovani eroine spinte a sposarsi anche per avere finalmente un sostegno economico (…). Jane Austen si divertì a sottrarsi a tutto questo mettendolo in scena nei suoi romanzi, che sono una spietata critica e allo stesso tempo un’amorosa dichiarazione d’appartenenza alla propria epoca. Per fare questo si cala nei suoi personaggi/alter ego amandoli e prendendoli un po’ in giro, magari standosene nascosta dietro una tenda ad osservarli, ridacchiando tra sé. Da dietro quella tenda, come nel buio di una quinta, celata agli sguardi altrui ma attenta a non farsi sfuggire nulla di ciò che accade, Jane Austen reinventa la realtà attraverso la sua rappresentazione, ma mai smettendo di essere vera. Come avviene in teatro».

Teatro Municipale di Piacenza (Via Verdi 41)

mercoledì 12 e giovedì 13 gennaio 2022 – PROSA

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO, di Jane Austen

adattamento teatrale di Antonio Piccolo

regia Arturo Cirillo

con Arturo Cirillo, Valentina Picello, Francesco Petruzzelli, Sabrina Scuccimarra,

Rosario Giglio, Eleonora Pace, Giacomo Vigentini, Giulia Trippetta

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Eventi

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article