2.4 C
Parma
mercoledì, Dicembre 7, 2022

[Parlami di tER] Il Palazzo delle Orsoline di Fidenza

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che sono nate, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima.
Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto.
Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!


Fidenza, città d’arte della bassa parmense, si trova proprio nel cuore delle Terre Verdiane e lungo la Via Francigena.

In molti la conoscono proprio perché ci hanno fatto tappa durante la loro esperienza di pellegrinaggio.

Fidenza (PR), Duomo, ph. opi1010
Fidenza (PR), Duomo, ph. opi1010

In questa piccola località di provincia, dove il tempo scorre lentamente, sono tante le cose da vedere.

Oggi vi portiamo alla scoperta del Palazzo ex Collegio delle Orsoline meglio conosciuto come Palazzo delle Orsoline. 

Edificato nei primi anni del ‘700 per volontà delle figlie del marchese Pallavicino di Tabiano, Giacinta e Mara Maddalena, entrambe monache orsoline, mantenne la sua funzione di convento femminile fino alle soppressioni napoleoniche del 1805.

Fidenza (PR), Palazzo delle Orsoline, Archivio Terre di Verdi
Fidenza (PR), Palazzo delle Orsoline, Archivio Terre di Verdi

Successivamente venne adibito a deposito di mendicità femminile e le monache tornarono ad occuparlo per un breve periodo fino alla fine degli anni cinquanta del ‘900.
Negli Ottanta furono avviati i primi lavori di ristrutturazione di parte del grande complesso che nel 1989 diventa le sede della Biblioteca Comunale e del Museo del Risorgimento.
Nel 2017 è stato completamente restaurato il monumentale scalone d’ingresso, che presenta interessanti affreschi e stucchi del gesuita Giuseppe Barbieri.

  • Fidenza (PR), Palazzo delle Orsoline - Scalone, Archivio Terre di Verdi
  • Fidenza (PR), Scalone di Palazzo delle Orsoline, Archivio Terre di Verdi

Attualmente il Palazzo ospita la Biblioteca Civica Michele Leoni, il Museo del Risorgimento Luigi Musini, la quadreria Emanuelli, il Museo dei Fossili e il Punto Giovane.

La Biblioteca deve il suo nome a Michele Leoni, umanista, letterato, scrittore e traduttore di origini fidentine vissuto tra il settecento e l’ottocento.

Fidenza (PR), Biblioteca all'interno di Palazzo delle Orsoline, Archivio Terre di Verdi
Fidenza (PR), Biblioteca all’interno di Palazzo delle Orsoline, Archivio Terre di Verdi

Attualmente conta circa 77.000 volumi e al suo interno ospita un importante fondo storico librario che custodisce i testi più antichi e preziosi: circa 20000 volumi, tra cui spiccano incunaboli, cinquecentine, pregevoli edizioni del Seicento, del Settecento e dell’Ottocento.

La Biblioteca ospita anche circa 1300 quadri del pittore fidentino Oreste Emanuelli che egli donò alla sua città nel 1974.

Fidenza (PR), Fondo storico all'interno del Palazzo delle Orsoline, Archivio Terre di Verdi
Fidenza (PR), Fondo storico all’interno del Palazzo delle Orsoline, Archivio Terre di Verdi

Sempre all’interno del Palazzo delle Orsoline ha sede il Museo del Risorgimento “Luigi Musini” che ospita una importante collezione di cimeli e testimonianze che documentano la storia nazionale e del territorio dal periodo napoleonico alla Resistenza.

Fidenza (PR), Museo del Risorgimento Luigi Musini, Archivio Terre di Verdi
Fidenza (PR), Museo del Risorgimento Luigi Musini, Archivio Terre di Verdi

Fondato nel 1989 grazie alla donazione del dott. Nullo Musini, figlio del garibaldino Luigi, il museo custodisce uno dei pochissimi esemplari rimasti dell’Album dei Mille di Alessandro Pavia, album che contiene le foto dei soldati sbarcati a Quarto nella spedizione del 1860.

Fidenza (PR), Album dei mille al Museo del Risorgimento, Archivio Terre di Verdi
Fidenza (PR), Album dei mille al Museo del Risorgimento, Archivio Terre di Verdi

Questo post è stato pubblicato da Travel Emilia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article