3.7 C
Parma
sabato, Dicembre 10, 2022

Piacenza e Fiorenzuola appaiati dopo 21 giornate, che sorpresa IL COMMENTO

I PROBLEMI DEL PIACENZA – Il risultato è senz’altro positivo, la prestazione certamente meno. Ad attendere Scazzola un complesso e duro lavoro di amalgama e di soluzione di alcuni problemi tattici. Si ha l’impressione, dopo aver visto in campo i nuovi arrivati, che ora il materiale a disposizione dell’allenatore sia buono. Senz’altro non eccezionale, ma sicuramente in grado di condurre e finire un buon campionato. Consideriamo, infatti, che oltre all’ultimo acquisto, il centrocampista Rossi, oggi non erano a disposizione gli altri centrocampisti Suljic (squalificato), Bobb (impegnato nella coppa d’Africa) e l’attaccante Rabbi (infortunato), oltre allo sfortunato Corbari. A pieno organico sarà senz’altro più agevole risolvere alcuni problemi e rendere il complesso più funzionale, specie in difesa che, pur con l’attenuante degli infortuni a Nava e Marchi, ha denunciato incertezze e sbandamenti preoccupanti, nonostante la generosa prova dell’ultimo acquisto Cosenza, espulso nei minuti di recupero con una decisione troppo severa.

Anche l’aver subito una rete dopo neppure due minuti può aver condizionato tutta la partita rimediata grazie ad un rigore ed ad una clamorosa autorete mentre, pur trovandosi sotto di una rete, si è riusciti a costruire poco, anzi, occasioni quasi nessuna. A differenza della Pro Patria alla quale, onestamente, il risultato va stretto. Anche questa volta l’allenatore biancorosso ha cambiato modulo durante il gioco, compresa la difesa a quattro, ma con risultati piuttosto deludenti per i soliti problemi emersi a centrocampo dove ha esordito Castiglia dimostrando buone qualità tecniche, ma ancora lontano da una condizione atletica ottimale. In definitiva di questi tempi anche il punto può essere prezioso, osservando che in classifica ci sono ben 10 squadre nel giro di 4 punti ed i play out sono tutt’altro che lontani.

IL FIORENZUOLA E’ TORNATO – Dovevamo ricaricare le pile, aveva detto mister Tabbiani alla vigilia della delicata partita con la Pro Sesto. E così è stato fatto: contro la Pro Sesto si è rivisto solo sprazzi, però il bel Fiorenzuola di un tempo; quanto basta per cogliere una vittoria importantissima. E’ stupefacente la facilità di questa squadra di trovare la via del gol grazie al sacrifico di tutti, attaccanti e centrocampisti. E dire che il Fiorenzuola non è stato neppure fortunato in occasione della rete subit,a causata da un rimpallo del tutto fortuito dopo un calcio di rigore magistralmente parato da Battaiola. Tra le cose positive il debutto di Mastroianni, bagnato con una splendida rete, e le altre reti di Palmieri e Arrondini che finalizzano contropiedi condotti in modo magistrale. Ora Piacenza e Fiorenzuola si trovano appaiati in classifica dopo 21 giornate. E questa è una grossa sorpresa.

Luigi Carini

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article