3.5 C
Parma
mercoledì, Dicembre 7, 2022

Poste, banche, uffici pubblici: da oggi si entra solo col green pass

Da martedì primo febbraio aumentano le restrizioni per chi non è provvisto di green pass: l’obbligo di possesso di certificato verde scatta anche per entrare negli uffici pubblici (ad esempio nel proprio Comune) o in banca, in ufficio postale.

Inoltre per tutti gli over 50 da oggi è obbligatorio essere in regola con il ciclo vaccinale per non incorrere nelle sanzioni previste dalle norme.

Dal primo di febbraio servirà il green pass (quello che si ottiene anche con un tampone) per entrare nei principali uffici ed attività, poste, banca e librerie comprese. I titolari o gestori degli esercizi non sono però obbligati a verificarne il possesso, ma possono effettuare dei controlli a campione. Resta il libero accesso senza certificato verde nei negozi e uffici per i servizi essenziali: quelli di generi alimentari e per la vendita del cibo per gli animali domestici, nei distributori di carburante, nei negozi di vendita di articoli igienico-sanitari, in farmacie, parafarmacie e ottiche. In questo caso, i titolari di questi esercizi devono però verificare che i clienti non consumino alimenti e bevande sul posto.

Norme più stringenti anche per gli over 50 che non si sono sottoposti al vaccino obbligatorio. Si tratta di circa un milione e mezzo di persone che dovranno pagare una sanzione una tantum di 100 euro, come deciso dal decreto che ha imposto l’obbligo vaccinale per quella fascia d’età. Saranno esentate, ovviamente, le persone che non hanno fatto il vaccino per motivi di salute, salvo la presentazione di una certificazione medica. I controlli per le sanzioni saranno fatti a campione e le multe saranno inviate dall’Agenzia delle entrate su segnalazione del Ministero della Salute.

Per chi è senza vaccino (o senza un tampone negativo) è possibile accedere soltanto ai servizi cosiddetti essenziali: ecco l’elenco tratto dalla TABELLA diffusa dal Governo.

Il controllo del green pass in banca

DOVE SI PUO’ ACCEDERE SENZA GREEN PASS DAL PRIMO DI FEBBRAIO (divisi per categorie):

COMMERCIO – Accesso a esercizi (specializzati e non) di vendita al dettaglio di prodotti alimentari, prodotti surgelati o bevande, escluso in ogni caso il consumo sul posto.

Accesso a farmacie, parafarmacie ed esercizi che vendono farmaci non soggetti a prescrizione medica, dispositivi medici o articoli igienico-sanitari.

Accesso a esercizi specializzati che vendono al dettaglio articoli medicali e ortopedici.

Acquisto di carburante in pompe di benzina o altri esercizi specializzati.

Acquisto al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento.

Accesso a esercizi che vendono materiale per ottica.

Accesso a esercizi che vendono al dettaglio animali domestici e alimenti per animali domestici.

UFFICI PUBBLICI – Uffici aperti al pubblico delle Forze di polizia e delle polizie locali, allo scopo di assicurare lo svolgimento delle attività istituzionali indifferibili, di prevenzione e repressione degli illeciti; uffici giudiziari e uffici dei servizi sociosanitari esclusivamente per la presentazione indifferibile e urgente di denunzie da parte di soggetti vittima di reati o di richieste di interventi giudiziari a tutela di persone minori di età o incapaci o per consentire lo svolgimento di attività di indagine o giurisdizionale per cui è necessaria la presenza della persona convocata.

Accesso nei tribunali delle parti del processo e dei testimoni.

SANITA’ – Accesso degli utenti a strutture sanitarie, sociosanitarie e studi medici, pubblici o privati, per ogni finalità di prevenzione, diagnosi e cura.

Attività riabilitativa e terapeutica ricomprese nei livelli essenziali di assistenza (LEA).

Accesso alle strutture sanitarie veterinarie, per ogni finalità di prevenzione, diagnosi e cura.

Accesso alle cerimonie civili e religiose.

MOBILITA’ – Taxi ed autovetture fino a nove posti, compreso quello del conducente, adibiti a servizio di noleggio con conducente, ad eccezione di quelli in servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale (cui si applica la disciplina relativa all’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico locale di linea).

Spostamenti con mezzo proprio (incluso il noleggio di autovetture fino a 9 posti, a breve o lungo termine, senza conducente).

Trasporto scolastico dedicato esclusivamente ai minori di 12 anni (scuolabus).

Trasporto scolastico dedicato, dai 12 anni compiuti.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article