3 C
Parma
domenica, Febbraio 5, 2023

Preghiere, riflessioni e digiuno per la pace: presidio sul Pubblico Passeggio

Una giornata di digiuno, preghiera e riflessione: Piacenza si mobilità per la pace in Ucraina, con una serie di iniziative civili e religiose.

Lo spunto viene da Papa Francesco, che per oggi, mercoledì 2 marzo, aveva sollecitato l’organizzazione di momenti di preghiera e di digiuno contro la guerra.

Invito raccolto anche dalla diocesi di Piacenza e Bobbio, proprio in concomitanza dell’inizio della Quaresima con il tradizionale rito della imposizione delle ceneri. Stasera, alle 20:30, il vescovo Adriano Cevolotto presiederà la messa in Cattedrale, rinnovando la preghiera per la pace.

Prima però, sul Pubblico Passeggio – dalle 15:30 alle 19, lato Liceo Respighi – si terrà un’altra manifestazione sulla falsa riga di quella andata in scena sabato scorso.

“In queste ore di angoscia e preoccupazione, facciamo nostro l’appello di Papa Francesco a partecipare tutti, credenti e non credenti, alla Giornata di digiuno per la pace – spiegano gli organizzatori in una nota -. Per i credenti sarà “una giornata intensa di preghiera e di digiuno”. Per tutti sia un giorno di intensa riflessione e impegno di pace contro la guerra in Ucraina e ovunque nel mondo.
Questo momento dovrebbe vedere davvero la partecipazione di tutte le donne e gli uomini di buona volontà, uniti nella ricerca della Pace che non è possibile ottenere con l’uso delle armi, degli eserciti e della violenza. La storia con i suoi lutti e i suoi orrori, il progresso civile ed umano e la coscienza che una guerra potrebbe davvero essere l’ultima per il genere umano ci portano a dire che le strade da perseguire sono altre e si basano sulla capacità di utilizzare gli strumenti delle mediazioni e della diplomazia. Nessuna guerra ha mai risolto nessun problema dell’umanità”.

“Speriamo che al nostro presidio avremo la possibilità di riunire esponenti di diverse religioni – continuano gli organizzatori -, così come di laici e non credenti e poter discutere tranquillamente insieme di Pace. Quindi invitiamo tutti e tutte a passare a trovarci e a lasciare pensieri, appelli e lettere che poi invieremo ai “potenti”. Questo appello lo rivolgiamo in particolare alle scuole, ai bambini e alle bambine, alle ragazze ed ai ragazzi. Riuniremo tutto il materiale e poi lo invieremo a Putin e a Biden ma anche al Parlamento Europeo e a quello italiano. Questa azione collettiva di digiuno sia un momento per riunire la nostra comunità, dare voce alla pace e riflettere sulla guerra e il nostro personale impegno per la pace”.

La manifestazione sul Pubblico Passeggio è promossa da Movimento di Cooperazione Educativa – G.T. Piacenza e Mondo Aperto. Aderiscono Progetto Mondo Mlal Piacenza, Piacenza in Comune, CPP Centro psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti, Rete Radié Resch di Piacenza, Fabbrica&nuvole O.d.v., Attac Piacenza, Odv Ricicliamo for Africa, Cgil/ Camera del lavoro Piacenza, Avè O.d.v, Mattia Motta, segretario generale agg.to Federazione nazionale della Stampa Italiana (FNSI).

LA LOCANDINA DELLA MANIFESTAZIONE SUL PUBBLICO PASSEGGIO

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article