5.4 C
Parma
lunedì, Novembre 29, 2021

Presentata la Stagione di Prosa del Teatro Municipale, quest'anno è la diciottesima edizione

Dopo la stagione estiva “R-Estate a Teatro” e la presentazione del Festival di teatro contemporaneo “L’altra scena”, Teatro Gioco Vita riparte anche con la Stagione di Prosa del Teatro Municipale di Piacenza, direzione artistica di Diego Maj, organizzata con la Fondazione Teatri e Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Iren.

Si tratta della diciottesima edizione della Stagione di Prosa del Teatro Municipale curata da Teatro Gioco Vita e il cartellone presentato in conferenza stampa comprende tutti gli spettacoli di Prosa e Altri Percorsi fino a maggio, ma per quanto riguarda le modalità di fruizione da parte del pubblico ci si ferma a dicembre in attesa di capire come evolveranno i protocolli di sicurezza relativi ai teatri.

Quindi l’avvio, allo stato attuale, è con il Teatro Municipale a capienza ridotta per i primi tre spettacoli in programma tra ottobre e novembre, due di Prosa e 1 di Altri Percorsi, per i quali è prevista la vendita dei singoli biglietti e per i due spettacoli di Prosa la possibilità di fare un carnet. La capienza massima prevista è di 550 posti tra platea, galleria, loggioni e palchi. Per la vendita dei carnet e dei biglietti gli abbonati della Stagione 2019/2020 hanno un diritto di prelazione che, se non può ovviamente prevedere la conferma del posto, stabilisce un periodo riservato a loro per l’acquisto. I posti degli abbonati 2019/2020, quindi, rimangono ancora congelati in attesa che ritorni la possibilità di riempimento dei teatri al 100%. Se ci saranno le condizioni, la campagna abbonamenti sarà proposta con la possibilità di conferma del posto per i vecchi abbonati per la parte di cartellone in programma da gennaio: si spera alla volta di novembre di avere le idee più chiare sulla questione e soprattutto di poter comunicare al pubblico un ritorno alla normalità.

Prosa e Altri Percorsi 2021

La Stagione 2021/2022 di Teatro Gioco Vita al Municipale prende il via con il cartellone Prosa il 26 e 27 ottobre: in programma “Così parlò Bellavista” – Golden Edition con Geppy Gleijeses, Marisa Laurito e Benedetto Casillo, spettacolo previsto nel 2020 e rinviato a causa della chiusura dei teatri. Dal film e dal romanzo di Luciano De Crescenzo, con l’adattamento teatrale e la regia di Geppy Gleijeses, nato nel 2018 in occasione dei 90 anni di De Crescenzo è oggi una sorta di omaggio all’ingegnere-filosofo napoletano dopo la sua morte. De Crescenzo è mancato il 18 luglio 2019 a 90 anni, senza aver potuto vedere il 26 settembre dello stesso anno la prima nazionale al San Carlo di Napoli dello spettacolo tratto dalla sua opera più famosa.

Si prosegue il 22 novembre con uno spettacolo di Emma Dante, regista il cui ritorno a Piacenza è molto atteso dal pubblico che segue il cartellone Altri Percorsi. Si tratta di “Misericordia”, con cui la Dante ha rinnovato la collaborazione artistica con il Piccolo Teatro di Milano: una favola contemporanea che racconta la fragilità delle donne, la loro disperata e sconfinata solitudine. È la storia di Anna, Nuzza e Bettina – che lavorano a maglia di giorno e si vendono la notte – e del povero orfano menomato che vive con loro. Nonostante l’inferno di un degrado terribile, se lo crescono come se fosse figlio loro e Arturo, il pezzo di legno, accudito da tre madri, diventa bambino. Una storia di donne condannate a lottare per emergere dal degrado e dallo squallore in cui la società le ha relegate.

Infine, ancora per il cartellone Prosa, “Ditegli sempre di sì” di Elledieffe – La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo, che ritorna a Piacenza il 25 e 26 novembre con uno dei primi testi scritti da Eduardo, un’opera vivace e colorata il cui protagonista è un pazzo metodico con la mania della perfezione. Carolina Rosi, che prosegue la guida della compagnia fondata da Luca De Filippo, e Gianfelice Imparato sono diretti da Roberto Andò, regista abituato a muoversi tra cinema e teatro ma alla sua prima esperienza eduardiana in questo spettacolo, coprodotto dalla Fondazione Teatro della Toscana. La commedia, tra le meno note di Eduardo, si basa sul perfetto meccanismo del testo in equilibrio tra comico e tragico e, pur conservando le sue note farsesche, suggerisce serie riflessioni sul labile confine tra salute e malattia.

Gli incontri con le compagnie

Ritornano gli incontri con i protagonisti della Stagione di Prosa del Teatro Municipale di Piacenza, proposti con l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita. Un appuntamento atteso, che mancava da alcuni anni, e che Teatro Gioco Vita ha pensato di riproporre anche per avere l’occasione di un confronto diretto tra gli artisti e il pubblico, importante soprattutto dopo i lunghi mesi di chiusura dei teatri. Per il 2021 sono previsti due incontri pomeridiani: il 27 ottobre con Geppy Gleijeses, Marisa Laurito, Benedetto Casillo e la Compagnia in scena con “Così parlò Bellavista”; il 26 novembre con Carolina Rosi, Gianfelice Imparato e la Compagnia in scena con “Ditegli sempre di sì”.

Anticipazioni Prosa e Altri Percorsi 2022

La programmazione per il 2022 prevede per la Prosa il 12 e 13 gennaio “Orgoglio e pregiudizio” con la regia di Arturo Cirillo prodotto da Marche Teatro e Teatro di Napoli-Teatro Nazionale, prima versione teatrale italiana del romanzo di Jane Austen.

Il 21 e 22 febbraio sarà la volta di “Troiane” da Euripide, regia di Andrea Chiodi, con Elisabetta Pozzi, spettacolo prodotto dal Centro Teatrale Bresciano.

Ancora Prosa 1 e 2 marzo con Isa Danieli e Giuliana De Sio protagoniste dello spettacolo “Le Signorine”, una commedia di Gianni Clementi che sa sfruttare abilmente la comicità che si cela dietro al tragico quotidiano, soprattutto grazie alla bravura delle due attrici che dirette da Pierpaolo Sepe riescono a trasformano i litigi e le miserie delle due sorelle in occasioni continue di gag e di ironia.

Un ritorno a casa, in un certo senso, per Leonardo Lidi e Mariangela Granelli. Lidi firma l’adattamento e la regia de “Lo zoo di vetro” di Tennessee Williams, prodotto da LAC di Lugano, che vedremo per Altri Percorsi l’8 maggio, con la Granelli in scena insieme a Tindaro Granata.

Ultimo appuntamento con la Prosa il 22 e 23 marzo, con lo spettacolo di Alessandro Gassmann “Il silenzio grande”, una commedia di Maurizio De Giovanni che vede in scena Massimiliano Gallo con Stefania Rocca e Monica Nappo. Dopo l’adattamento di “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, De Giovanni e Gassmann portano in scena la complessità dei rapporti familiari, del tempo che scorre, nel luogo dove le nostre vite mutano negli anni: la casa.

Chiusura in leggerezza con Altri Percorsi grazie al cabaret musicale degli Oblivion che il 12 aprile saranno al Teatro Municipale con lo spettacolo “Oblivion Rhapsody”, diretto da Giorgio Gallione. Un atteso ritorno, quello degli Oblivion a Piacenza, con uno show che il gruppo ha realizzato per festeggiare l’anniversario dei primi dieci anni di tournée insieme: un gigantesco bigino delle loro performance più amate e imitate.

INFORMAZIONI 2021

Biglietti Prosa e Altri Percorsi

Platea € 30 (intero) 28 (convenzioni) 26 (ridotto)

Posto Palco € 28 (intero) 26 (convenzioni) 24 (ridotto) – Ingresso Palchi € 17 (intero) 16 (convenzioni) 15 (ridotto)

Galleria numerata € 23 (intero) 22 (convenzioni) 21 (ridotto)

Loggione numerato € 14 (intero) 13 (convenzioni) 12 (ridotto) – Studenti 13 (posto in Galleria)

Carnet 2 spettacoli Prosa

Platea € 55 (intero) 50 (convenzioni) 46 (ridotto)

Posto Palco € 50 (intero) 46 (convenzioni) 43 (ridotto)

Galleria numerata € 41 (intero) 40 (convenzioni) 38 (ridotto)

Loggione numerato € 25 (intero) 23 (convenzioni) 21 (ridotto) – Studenti 23 (posto in Galleria)

I posti disponibili sono limitati nel rispetto delle prescrizioni in termini di distanziamento e misure di sicurezza.

Prelazione riservata agli abbonati

Gli abbonati della Stagione 2019/2020 potranno acquistare il carnet prosa e il biglietto altri percorsi in un periodo a loro riservato. I titolari di un abbonamento Prosa potranno far valere il diritto per l’acquisto del Carnet prosa, i titolari di abbonamento Altri percorsi potranno far valere il diritto per l’acquisto del Biglietto Altri percorsi, mentre i titolari degli abbonamenti Due per Te e Tre per Te potranno far valere il diritto sull’acquisto del Carnet prosa e/o del biglietto Altri percorsi. Data la limitazione dei posti, non è detto che tutte le richieste possano essere accolte (la prelazione è valida fino ad esaurimento dei posti disponibili).

I periodi riservati per la prelazione degli abbonati della Stagione 2019/2020 sono i seguenti:

● Dal 5 al 9 ottobre per coloro che hanno deciso di sostenere il teatro aderendo all’iniziativa #iononchiedoilrimborso

● Dal 12 al 16 ottobre per coloro che hanno richiesto il voucher

Carnet e biglietti per tutto il pubblico

I carnet e i biglietti per tutto il pubblico sono in vendita a partire da martedì 19 ottobre.

Biglietteria

TEATRO GIOCO VITA via San Siro 9 – 29121 Piacenza (dal martedì al sabato ore 10-13 fino al 30 ottobre, dal martedì al venerdì ore 10-13 a partire da novembre), tel. 0523.315578, e-mail biglietteria@teatrogiocovita.it

Prevendita online (solo biglietti interi): https://www.vivaticket.com/

I carnet, i posti riservati ai congiunti, i biglietti ridotti e studenti si possono acquistare solo in biglietteria. Il biglietto ridotto si applica agli under 25 e agli over 65, per l’elenco delle convenzioni in vigore per la stagione 2021/2022 si rimanda al sito www.teatrogiocovita.it. Per il pagamento dei biglietti e dei carnet sono utilizzabili i voucher.

Il giorno dello spettacolo la biglietteria è attiva dalle ore 10 alle 13 in via San Siro 9 e a partire dalle ore 19 al Teatro Municipale.

La direzione si riserva di apportare al programma le modifiche determinate da cause di forza maggiore.

Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle prescrizioni vigenti in termini di distanziamento e misure di sicurezza

Per informazioni: Teatro Gioco Vita, tel. 0523.315578, info@teatrogiocovita.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Eventi

Articolo precedenteI like Parma
Prossimo ArticoloOpera: il palcoscenico della società
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article