4.8 C
Parma
giovedì, Dicembre 2, 2021

Primo week end di spettacoli per il festival “Lultimaprovincia”

Primo week end di spettacoli nel piacentino per “Lultimaprovincia”, il festival di circo/teatro itinerante organizzato da Manicomics Teatro.

Giunta alla 30esima edizione, la rassegna – che si svolgerà attraverso ventuno Comuni della Provincia di Piacenza – vedrà protagonisti attori, clown, acrobati, giocolieri e musicisti, in scena dal 7 agosto al 12 settembre. Il calendario si compone di 23 date per 31 spettacoli portati sul palcoscenico da 25 compagnie, in prevalenza italiane, ma con spazio anche a gruppi esteri. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito, ed è richiesta l’osservanza delle norme anti-covid 19.

Di seguito la presentazione dei primi tre spettacoli

7 agosto Perino/Coli – Piscina Comunale, ore 21

Petite Cabaret 1924 On the road show (teatro circo)

con Matteo Zanaboni – direttore di scena e giocoleria

Coralie Meinguet – danza e acrobatica aerea

Jorik – corda molle e giocoleria

Gli artisti di questo spettacolo di circo contemporaneo si presentano come uomini e donne carichi della propria sensibilità e del proprio messaggio individuale veicolato al pubblico attraverso sopraffine tecniche forgiate nel corso della vita con passione e determinazione. Il gruppo condivide la pista in un clima sereno, leggero e a tratti scanzonato e nello stesso istante strappa una lacrima, un sorriso ed un impeto di stupore. L’antica arte del circo è messa al servizio dello spettatore che viene guidato in un percorso emozionale che celebra l’eleganza, il virtuosismo e il buonumore. Spettacolo per tutte le età, particolarmente indicato per gli animi sensibili e appassionati del buono, del bello e del giusto…

 – – – –

8 agosto Alta Val Tidone – Piazza Combattenti, ore 21

Fabio Lucignano – Sebastian Burrasca (clown)

Uno spettacolo adatto a tutte le piazze, a tutte le lingue, a tutte le età! Il Signor Burrasca porterà il pubblico passo dopo passo nel mondo del circo rivisitando numeri classici in chiave comica. Vi presenterà un giocoliere che sa tenere in aria palline e palloni e far cadere ogni altro genere di cosa, un equilibrista in difficoltà sul tacco 12 e un domatore di tigri che salta lui stesso nel cerchio di fuoco. ​Uno show d’interazione col pubblico che attraverso il linguaggio universale del gioco crea un esclusivo rapporto di fiducia con ogni spettatore. Risate e applausi assicurati!

– – – –

Piazza Combattenti h.22

Collettivo Clown – Clown Spaventati Panettieri (teatro clown)

di e con Andrea Meroni e Francesco Zamboni

Clown, giocoleria, acrobatica, pizza freestyle, magia comica e il grande numero finale della pizza in faccia. Due eccentrici panettieri con velleità circensi iniziano a far lievitare dall’impasto del pane scherzi e giochi di ogni sorta. Tra acrobazie pericolanti, giocoleria con gli strumenti del fornaio e nuvole di farina magica, non di solo pane riderà il pubblico, ma di ogni gag dei nostri panettieri!”  Lo spettacolo, prima produzione indipendente del Duo Meroni Zamboni, ha debuttato nel 2015 presso Expo Gate al Castello Sforzesco di Milano. In meno di due anni è stato finalista al premio Takimiri del Clown&Clown Festival e vincitore del premio Gianni Damiano a Lunathica, ha toccato quasi tutte le 20 regioni italiane festival, eventi e apparizioni in luoghi simbolo della cultura come Pompei e Matera.

– – – –

9 agosto Agazzano – piazza Europa, ore 21

Manicomics Teatro – Alla Carica!!! (teatro ragazzi)

di Agostino Bossi, Mauro Caminati, Rolando Tarquini

Regia Rolando Tarquini

Con A. Bossi e M. Caminati

Produzioni Manicomics Teatro e IREN SPA

Due stravaganti soldati, a bordo di un carro armato super moderno, giungono in un paese che sembra deserto. Il loro obiettivo è quello di cercare i nemici e distruggerli per salvaguardare le ultime risorse di petrolio del pianeta. Ma dei nemici nemmeno l’ombra e non ci sono nemmeno case, villaggi, città. Come sopravvivere? Ma questo non è un problema. Il loro carro armato è dotato di lavatrice, frigorifero, computer, mobile bar, dispensa; la sopravvivenza è assicurata. Dentro c’è tutto … ma quel TUTTO funziona solo se c’è petrolio che si trasforma in energia. E allora trovare il petrolio diventa necessario per far sopravvivere il pianeta e per permetter loro di sopravvivere. E il carburante è ormai agli sgoccioli. Durante la loro finta guerra parlano e discutono delle tematiche dell’energia, della sua produzione, degli effetti collaterali, dei conflitti che nascono per gli interessi dell’energia, di cosa può fare ognuno di noi, della produzione alternativa e soprattutto della produzione di energia dalla fonte solare. Sino a quando … colpo di scena, compare il “nemico”.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article