5.1 C
Parma
domenica, Gennaio 29, 2023

Promuovere e valorizzare l’enogastronomia locale, al via allo Ial il corso per i nuovi tecnici

Conoscere a fondo le eccellenze enogastronomiche del territorio per promuoverle nei canali tradizionali e in quelli offerti dalle moderne tecnologie comunicandone peculiarità e valori: è questa la “mission” che attende gli studenti del corso organizzato dallo Ial Emilia-Romagna (ente della Cisl) al termine di un percorso di formazione di 800 ore delle quali 300 di stage. Un processo di qualificazione (ma anche di riqualificazione) professionale che vede Piacenza in prima fila grazie al lavoro svolto in questi anni dalla Scuola Alberghiera e di Ristorazione di via Campesio 52 dove, proprio nei giorni scorsi, ha preso il via l’edizione 2022-2023 di questo progetto.

Il corso per “Tecnico esperto nella promozione e valorizzazione della tradizione enogastronomica regionale in un’ottica di innovazione e sostenibilità” prevede un impegno diurno di sei ore in presenza per un totale, come detto, di 800 ore delle quali 300 saranno di stage da svolgere in aziende e consorzi del territorio piacentino e altre 60 saranno dedicate a un Project Work Individuale. Il tutto garantirà un curriculum decisamente ricco e multidisciplinare di competenze, come testimonia il programma del corso nel quale verranno studiati i prodotti tipici e relativa normativa, storia e caratteristiche organolettiche, tecniche di degustazione e di analisi sensoriale, merceologia alimentare e principi nutrizionali, enologia e viticoltura sostenibile, menù della tradizione enogastronomica, principi di evoluzione del gusto e del consumatore post Covid, la selezione dei fornitori in un’ottica di sostenibilità, il processo di promozione e vendita dei prodotti tipici, lingua inglese per il settore, organizzazione e realizzazione di eventi, marketing territoriale e case history di marketing internazionale, turismo enogastronomico, strumenti digitali per il management e il marketing.

A garantire un simile panorama, trasversale e variegato, di conoscenze e competenze è una squadra di docenti di altissimo profilo e di solida esperienza provenienti dal mondo accademico, da quello imprenditoriale e dai consorzi impegnati proprio nella valorizzazione e nella promozione delle eccellenze enogastronomiche, a conferma del radicamento del corso Ial nel territorio e del suo naturale sbocco professionale.

Al termine delle 800 ore, con il superamento di un esame finale, per i venti iscritti è previsto il rilascio di un certificato di qualifica che aprirà la strada al lavoro di promozione delle tipicità territoriali, piacentine ed emiliane, presso molteplici contesti quali la ristorazione, i consorzi di tutela, il comparto vitivinicolo, quello della comunicazione o quello della produzione e della trasformazione oltre ad ambiti quali il marketing e le fiere di settore. Settori che hanno conosciuto, in questi ultimi anni, cambiamenti epocali indotti dalla pandemia e dalle tensioni geopolitiche mondiali e che richiedono protagonisti e ruoli professionali sempre più multimediali, poliedrici e innovatori.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article