6.6 C
Parma
mercoledì, Dicembre 1, 2021

Rapina all’autogrill, 30enne in manette. Incastrato dalle telecamere e dal cellulare

Rapina all’autogrill a fine gennaio, 30enne in manette. Ad eseguire la misura cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Piacenza, la Polizia di Stato. Grazie alla collaborazione tra gli uomini della Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Cremona e della Squadra Mobile della Questura di Piacenza, l’uomo è stato rintracciato e arrestato venerdì scorso nel centro di Piacenza. Il 30enne, italiano e residente in città, al momento si trova agli arresti domiciliari.

I fatti di cui deve rispondere risalgono al 22 gennaio e si sono svolti all’Autogrill dell’area di servizio dell’autostrada A21 Nure Sud di Piacenza. Secondo le indagini svolte dalla Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Cremona, il 30enne si sarebbe inizialmente finto un normale cliente, una volta rimasto solo nel locale, avrebbe minacciato con una chiave metallica svita bulloni il barista di turno, per farsi consegnare l’intero incasso di circa 1000 euro, oltre a diversi pacchetti di sigarette. Sarebbe poi fuggito a piedi facendo perdere le proprie tracce, dopo essersi disfatto dell’arma gettandola nel piazzale dell’area di servizi. Decisive per le investigazioni – coordinate dalla Procura della Repubblica di Piacenza e sviluppate su accurate analisi sui flussi delle comunicazioni cellulari nella zona della rapina, in combinazione con i video delle telecamere dei locali interessati nella vicenda – sono state alcune chiamate telefoniche effettuate dal 30enne prima di entrare nell’Autogrill.

Dopo una perquisizione domiciliare, che ha permesso di recuperare gli stessi abiti indossati la notte dei fatti, il G.I.P. del Tribunale di Piacenza ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare disponendo per l’uomo gli arresti domiciliari.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article