22.6 C
Parma
domenica, Maggio 22, 2022

Riccione, 100 anni: fotografia in primo piano

“La fotografia è il momento, la sintesi di una situazione, l’istante in cui tutto combacia. È l’ideale fuggevole”. (Elliott Erwitt)

Ironico, ma proprio per questo, attento osservatore della società, dei suoi vezzi e delle sue problematiche, Elliot Erwitt apre con le sue immagini la nuova stagione espositiva di Villa Mussolini, dedicata alla fotografia.

Niente è più assoluto e relativo, mutevole, universale e altrettanto particolare del tema della ‘Famiglia’”, spiega Biba Giachetti, curatrice della mostra. “Mai come oggi questo universo di rapporti significa tutto e il suo contrario: il senso da attribuire al termine ‘famiglia’ è tanto solido quanto evanescente e delicato”.

Il concetto di famiglia è molto ampio e tocca vari ambiti: sociale, antropologico e psicanalitico.
E là dove la parola si ferma o si espande a dismisura, può intervenire a tentare di interpretarla lo sguardo della fotografia, da sempre molto legata a questo tema”, aggiunge la curatrice.

Ai tempi di Erwitt questo “nuovo” mezzo di documentazione, andava diffondendosi nella media borghesia, realizzando il desiderio di un racconto privato e personale degli eventi (ritratti di famiglia, matrimoni, ricorrenze), raccolto negli album di famiglia, che erano elemento d’arredo irrinunciabile dei salotti nella prima parte del ‘900.

USA, Alaska, 1964 ©Elliott Erwitt
USA, Alaska, 1964 ©Elliott Erwitt

Questo post è stato pubblicato da Travel Emilia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article