5.6 C
Parma
giovedì, Dicembre 1, 2022

Rotary, Federfarma e Croce Rossa insieme: raccolta farmaci per l’Ucraina

Rotary, Federfarma e Croce Rossa, insieme per una raccolta farmaci a favore della popolazione ucraina.

L’iniziativa, in partenza nei prossimi giorni, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa nella quale sono state illustrate le modalità di questa collaborazione. “La Croce Rossa Ucraina – spiega il presidente Comitato di Piacenza Alessandro Guidotti – ha chiesto un aiuto per l’invio di farmaci e medicazioni al quale Croce Rossa Italiana ha risposto attivando una raccolta farmaci sul territorio nazionale. Nei prossimi giorni questa attività partirà anche nella nostra provincia grazie alla sinergia con Rotary e Federfarma, che mette a disposizione le proprie farmacie dove i cittadini potranno recarsi per acquistare farmaci espressamente richiesti dalla Croce Rossa Ucraina: saranno ritirati dai nostri volontari e portati a Bologna in un centro di raccolta regionale, per essere poi spediti in Ucraina”.

“Il modello – specifica il segretario provinciale di Federfarma Paolo Cordani – è quello già conosciuto del Banco Farmaceutico -. Abbiamo una lista di farmaci e materiale per le medicazioni fornita da Croce Rossa, il cittadino che vorrà aderire a questa campagna deciderà quale quota donare e noi all’interno della lista sceglieremo i prodotti indicati, attenendoci a quanto predisposto da Croce Rossa”.

“Come Rotary Club del Gruppo Piacentino – ricorda Maria Grazia Sabato – ci siamo subito organizzati e a poche ore dallo scoppio della guerra siamo riusciti ad organizzare con mezzi privati un primo carico di medicinali, a cui ne sono seguiti altri, insieme ad una raccolta fondi alla quale hanno contribuito tanti donatori. Nelle scorse ore abbiamo concluso un accordo con Croce Rossa e Federfarma e partiremo quindi con la raccolta farmaci nelle farmacie. Chi vorrà donare sul conto corrente potrà farlo attraverso l’Iban che abbiamo messo a disposizione ((IBAN IT84P0515612600CC0000030618 intestato al Rotary Club), chi invece si recherà in farmacia avrà il supporto di Croce Rossa che passerà a ritirare quanto acquistato dai cittadini”.

“Invitiamo i cittadini a non portare direttamente in Croce Rossa farmaci da casa o da loro acquistati – sottolinea il vice presidente del Comitato di Piacenza Pilade Cortellazzi -: dobbiamo infatti dare la garanzia della conservazione e della tracciabilità dei prodotti. In situazioni di emergenza è importante essere coordinati ed utilizzare canali ufficiali, solo così riusciamo a dare una risposta puntuale alle reali esigenze della popolazione”.

Per informazioni sulle farmacie aderenti è possibile consultare il sito federfarmapiacenza.it.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article