28.9 C
Parma
domenica, Agosto 14, 2022

“Sostegno alle famiglie, le nostre proposte all’amministrazione comunale”

La sala dell’Emporio Solidale di Piacenza ha ospitato nei giorni scorsi l’assemblea provinciale dell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, che rappresenta 140 famiglie nella nostra provincia. La serata – iniziata con un video dal titolo “Fate figli, il mondo e bello”, tratto dall’omonimo articolo della scrittrice Madelene Kearns sul tema della natalità e dei cambiamenti climatici – ha visto la presenza dell’assessore ai servizi sociali del Comune di Piacenza, Federica Sgorbati – che ha ricordato l’impegno dell’amministrazione comunale, specialmente negli ultimi due anni, per il sostegno delle famiglie in condizioni di disagio – e della consigliera di maggioranza Gloria Zanardi.

Nell’occasione, i coordinatori regionali dell’associazione, Mariapia e Mario Scuderi, hanno presentato all’amministrazione alcune proposte di sostegno alle famiglie: “Mettere al centro i bambini, anzitutto con l’adesione al “Network dei comuni amici della famiglia”, attivando così un percorso che possa portarci a concretizzare la dicitura “Piacenza città dei bambini” posta agli ingressi della città; sostenere la “Scuola di consulenti” e il Centro consulenti Spazio 2 come assistenza non solo economica alle famiglie; potenziare le attività di “dopo scuola” gestite dalle società sportive, col doppio scopo di favorire il benessere psicofisico dei bambini, ma anche di dare sostegno ai genitori lavoratori”. Hanno poi sollecitato “azioni di tipo comunicativo come il progetto “Una luce per ogni nuova vita”, già presentato dal Forum delle Associazioni Familiari all’assessore Cavalli, che prevede per ogni nuova nascita l’accensione momentanea di due lampioni in Piazza Cavalli, come segnale di apprezzamento e speranza per la nostra città”.

“Noi famiglie numerose di Piacenza – spiega l’associazione – ci sentiamo antenne di rete che captano più e prima degli altri le difficoltà, le preoccupazioni, le discriminazioni che riguardano tutte le categorie di persone, di fronte alle quali cerchiamo e proponiamo continue soluzioni. Siamo profondamente consapevoli del grande impegno e fatica che occorre per compiere il servizio/dovere di crescere dei figli, ma assolutamente convinti che il tempo nelle nostre famiglie, come l’amore, non si divide, ma si moltiplica grazie alla solidarietà. Soprattutto abbiamo uno sguardo e una proiezione verso il futuro, il futuro dei nostri figli che sono il futuro della nostra città”.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article