-0.1 C
Parma
lunedì, Novembre 29, 2021

Startup innovative, la piacentina Nimbo Jobs tra le vincitrici del bando regionale

La startup Nimbo Jobs, incubata da Startupiacenza presso l’Urban Hub, è tra le vincitrici del Bando START UP INNOVATIVE Emilia Romagna 2021.

Nimbo Jobs vuole rivoluzionare la Gig-Economy con una piattaforma basata su Chatbot e Intelligenza Artificiale (AI) per annunci di lavori occasionali. Il Bando della regione Emilia-Romagna vinto da Nimbo Jobs intende sostenere lo sviluppo e il consolidamento nel territorio regionale di start up innovative in grado di offrire al mercato prodotti, servizi e sistemi di produzione ad elevato contenuto innovativo, che, in linea con le traiettorie della Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Emilia-Romagna, contribuiscano al posizionamento competitivo della Regione e delle sue filiere industriali e produttive in ambito internazionale e siano in grado di generare nuove opportunità occupazionali.

Nimbo Jobs, fondata da Matteo Bonfanti e Alessandro Peveri nel pieno della pandemia COVID-19, si è classificata terza nella categoria “Industrie culturali e creative e Innovazione nei servizi” a fronte delle 20 startup innovative finanziate sui 153 progetti presentati al vaglio della Regione ER. Nimbo Jobs ha presentato un progetto di sviluppo da € 153.000 + iva, finanziato da Unicredit, di cui il 65% concesso a fondo perduto dalla Regione Emilia Romagna. Con questi fondi – spiegano – Nimbo Jobs riuscirà a sviluppare ulteriormente il chatbot grazie all’implementazione dell’intelligenza artificiale nel sistema di matching e ad investire sul marketing e la comunicazione. L’obiettivo è quello di lanciare la piattaforma nella Regione Emilia Romagna nel 2022 per poi andare alla ricerca di un round Seria A per il lancio di Nimbo Jobs in Italia e in Europa.

“Abbiamo deciso di impegnarci in questa avventura per supportare la ripresa del nostro paese sviluppando una soluzione innovativa a supporto delle persone, con un focus sulle necessità delle categorie più colpite in questo momento storico: come i giovani, i Neet, i nuovi disoccupati, le donne, le persone disabili e gli stranieri. La mission della startup ha una forte vocazione sociale volta a fornire una soluzione inclusiva, intelligente e user friendly”.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article