20.9 C
Parma
martedì, Maggio 24, 2022

Utili e sostenibili, ecco le shopper personalizzate

Si torna a parlare di sostenibilità ambientale, grazie ai giovani di Fridays for Future che sono tornati in piazza per chiedere un cambio di marcia nel nome dell’ecologia. Lo slogan della manifestazione del 25 marzo era incentrato sulla necessità di ridurre consumi e profitti, nel nome di un’etica più green.

Come sempre, le grandi rivoluzioni iniziano da piccoli gesti. Il primo è ridurre gli sprechi, riducendo il nostro impatto sull’ambiente. Nel concreto si traduce nel ridurre il volume di imballaggi dei nostri acquisti, limitando l’acquisto di prodotti confezionati in contenitori in plastica, materiale che, come è noto, continua ad essere la principale minaccia dei nostri mari. Ma meno imballaggi vuol dire anche ridurre l’accumulo di sacchetti e sacchettini, che riempiono i cassetti creando solo disordine e nessuna funzionalità.

La parola d’ordine a questo punto è riuso, e sono poche cose che possano vantare una versatilità maggiore delle shopper personalizzate di tela, o in altro materiale, in grado di poter essere riutilizzare infinite volte. Apprezzate dai giovanissimi, corteggiate addirittura da brand del lusso, rappresentano proprio per questo uno dei gadget più apprezzati, soprattutto se accompagnati da loghi e grafiche accattivanti. Un esempio? La shopper di Harrods, probabilmente uno dei migliori souvenir di Londra.

Le shopper personalizzate posso sicuramente diventare il ricordo ideale, magari di un compleanno o di un addio al nubilato, ma sicuramente rappresentano l’omaggio ideale per i clienti di negozi e di varie attività commerciali. Dopo essere state utilizzate per gli acquisti, possono iniziare a vivere una delle loro innumerevoli vite: borse per la spesa o per la spiaggia, e perché no, anche come pratica bag per il solo portafogli e cellulare, da utilizzare per fare veloci commissioni sotto casa.

Pratiche e informali, le shopper personalizzate possono essere utilizzate anche in un contesto business. Si adattano a ospitare cartelline stampa o cataloghi in occasione di eventi o fiere specializzate: in questo modo il proprio brand diventa un vero e proprio accessorio da indossare e portare in giro tra gli stand e, perché no, da usare ancora una volta una volta concluso l’evento.

Shopper personalizzate

Un plus, quindi, per l’azienda che decide di farne un gadget. A renderlo più accattivante è la sua duttilità, con infinite possibilità di personalizzazione. Questo è possibile grazie alla scelta dei materiali (si spazia dal cotone organico, a quello ad alta qualità, dalla juta per arrivare fino al poliestere), così come del design di queste borse (minimal o più capienti, con manici più lunghi o tasche aggiuntive) per arrivare fino ai colori (tinte vivaci o il più classico color corda o semplicemente nero).

Con un investimento davvero contenuto, le shopper personalizzate hanno un alta capacità promozionale, garantiscono pubblicità indiretta e duratura e creano un rapporto personale con il cliente, che si sentirà omaggiato a tutti gli effetti di un piccolo regalo e maggiormente bendisposto a fare nuovi acquisti e investimenti. Altro aspetto da non trascurare, nello scegliere queste shopper personalizzate l’azienda prende una posizione pubblica nei confronti dell’ambiente: un forte messaggio etico oggi più che mai apprezzato dai clienti, destinato sicuramente a rafforzare la brand reputation.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article