3.5 C
Parma
mercoledì, Dicembre 7, 2022

Vaccino, in aumento le richieste di prime dosi tra i giovanissimi (+2,2%)

Vaccinazioni anti covid, in un momento in cui l’attenzione sembra concentrarsi principalmente sulle terze dosi, l’Ausl di Piacenza segnala come sia in crescita anche la richiesta di prime dosi. “Nell’ultima settimana abbiamo registrato un aumento dello 0,5% – ha detto il direttore generale Luca Baldino – e direi che è un ottimo risultato”. Un’adesione – pari al 2,2% – che riguarda principalmente la fascia d’età compresa tra i 12 e i 19 anni, dove si supererà il 75% dei vaccinati. Molto alta anche la percentale nei grandi anziani, dove gli over 80 si attestano sul 92%.

VACCINAZIONI – Al 28 novembre sono 221.354 gli assistiti con almeno una dose, pari all’85,7% della popolazione vaccinabile. In aumento le prenotazioni delle prime dosi, pari al 2,2%, nella fascia d’età compresa tra i 12 e i 19 anni, ma cresce l’adesione anche nei trentenni (0,8%).

TERZA DOSE – Sono 24.737 i cittadini che hanno già ricevuto la terza dose, concentrati principalmente tra gli over 80 e i 60 anni. Le prenotazioni sono 33.078. Con il potenziamento del servizio annunciato dal direttore Baldino, si punta a raggiungere 180mila persone entro il mese di febbraio. “Il nostro sforzo è concentrato – sottolinea il direttore generale – nel far crescere le adesioni soprattutto nel prossimo mese”. Tra le novità, anche un maggiore coinvolgimento delle farmacie anche per la somministrazione della terza dose dopo il via libera. “Sono 30 le farmacie abilitate a Piacenza, ma solo 5 stanno fornendo questo servizio – spiega Baldino -, abbiamo un incontro con Federfarma per far crescere questo numero”. I medici di medicina generale che invece inoculano il vaccino presso il proprio ambulatorio sono una cinquantina, per un numero totale di 600 somministrazioni alla settimana.

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article