2.3 C
Parma
sabato, Dicembre 4, 2021

Vittoria ancora rimandata, ma il Piacenza è squadra viva IL COMMENTO

Si conclude in parità una partita, divertente e ben giocata, che entrambe le squadre avrebbero potuto vincere solo se avessero sfruttato meglio le numerose occasioni create. Clamorose quelle mancate dalla Juve (squadra eccezionalmente giovane con due ventenni ed altri ancor di età inferiore, ma tutti con notevole talento), con un Pratelli davvero strepitoso almeno in un paio di interventi.

I brodini non risolvono il problema della fame, ma a volte possono risultare ugualmente salutari, specie in tempi di carestia e di temperature rigide. Il Piacenza guadagna un punto. Sicuramente prezioso e confortante perché arrivato al termine di una prestazione tutto sommato positiva anche se, ancora una volta in vantaggio, si è fatto raggiungere rischiando addirittura la sconfitta. E’ altresì innegabile che la squadra di Scazzola nel secondo tempo perda quella fluidità e quell’equilibrio della fase iniziale della partita, lasciando poi agli avversari pericolose occasioni per un calo fisico ed anche di concentrazione. 
Questa sera Scazzola recuperava Suljic e ritrovava un Corbari mobile e brillante, oltre che lucido sotto rete, mentre in avanti Cesarini fungeva da boa per Rabbi e Gonzi che iniziavano bene per spegnersi lentamente.

In definitiva, se c’è un po’ di delusione per una vittoria che manca da tanto tempo (3 punti nelle ultime 5 partite) ci si può confortare con la considerazione che la squadra, nonostante i suoi già noti limiti tecnici, è ancora ben viva e vigorosa, quando di vigoria ne servirà in grande quantità di fronte ai prossimi impegnativi appuntamenti di campionato che si chiamano Pro Vercelli e Renate.

Luigi Carini

Questo post è stato pubblicato da Piacenza Sera

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article